IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Archivio di Stato di Piacenza
Piazza Cittadella 29
29121 Piacenza (PIACENZA)

tel: 0523338521
fax: 0523384916

scrivi
scrivi
sito web (Archivio di Stato di Piacenza)
sito web (SIAS -Sistema informativo degli archivi di stato)

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Piacenza > Struttura dell'inventario

Archivio dell'Opera nazionale maternità e infanzia - Federazione provinciale di Piacenza 1925 - 1983
  visualizza XML
fondo
faldoni 212, registri 138

Consultando questo archivio ci si può fare un'idea abbastanza precisa dell'evoluzione dell'idea di famiglia, del cambiamento della "morale" legata alla struttura stessa della famiglia, del tipo di assistenza erogata a madri e minori.
espandi chiudi


La documentazione è ordinata in base al titolario di classificazione adottato dall'Ente soppresso, che è riportato di seguito:
Categoria I - Affari generali
Categoria II - Edilizia e attrezzatura varia
Categoria III - Consultori e centro medico psico - pedagogico
Categoria IV - Personale
Categoria V - Casa della madre e del bambino, asili nido
Categoria VI - Contabilità varia
Categoria VII - Statistica
Categoria VIII - Assistenza

Nell'archivio sono presenti i registri degli esposti e degli illegittimi a cui veniva assegnato un numero di matricola al momento della registrazione e di tutte le cartelle relative ad ogni bambino, che riportano il numero di registrazione stessa.
I registri sono divisi per Comune di nascita dei bambini e riportano in sintesi la storia dell'esposto o illegittimo e la data di conclusione dell'assistenza o per raggiunti limiti di età (18 anni) o per adozione o affidamento.

storia archivistica
Al momento della soppressione dell'ONMI, il relativo materiale archivistico confluì nell'archivio della Provincia e rimase collocato in scatoloni fino a che, nel 1983, fu conferito a Federico Rivoli un incarico, mediante il quale si potesse procedere al condizionamento in faldoni dei fascicoli, dopo averne effettuato il riordino.
La poderosa massa di documenti accatastati alla rinfusa con altri atti nella sala adiacente il salone del Consiglio, fu vagliata al fine della cernita delle pratiche da conservare e di quelle da eliminare e Rivoli le elencò in specifici repertori.
Le pratiche destinate alla conservazione furono riordinate, riclassificate, fascicolate e condizionate nei faldoni.
La documentazione così riordinata subì numerosi spostamenti e molti faldoni, richiesti in consultazione, non furono restituiti, quindi, nel 1993 quando Paola Fornasari mise mano al riordino della documentazione contenuta negli armadi metallici ubicati nell'Archivio di Deposito, dovette ripristinare l'ordine originario sulla base dei repertori di Rivoli.


codice interno: 105 - 001

informazioni redazionali
Ricognizione analitica a cura di
Paola Fornasari con la collaborazione di Laura Perini, 2006-2010

realizzata da
Provincia di Piacenza

importazione da Sesamo 4.1
Regesta.exe, 2008

Intervento redazionale a cura di
IBC - Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, 2012