IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca comunale Edmondo De Amicis di Anzola dell'Emilia
Piazza Giovanni XXIII 2
40011 Anzola dell'Emilia (BOLOGNA)

tel: 0516502222
(Biblioteca comunale)
0516502158
(Ufficio cultura)
fax: 0516502223

scrivi
scrivi
sito web
sito web

responsabile: Loretta Finelli scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Anzola dell’Emilia > Struttura dell'inventario

Archivio storico del Comune di Anzola dell'Emilia 1804 - 1965
  visualizza XML
vai al soggetto produttore: Comune di Anzola dell'Emilia

fondo
pezzi 2388

L'archivio è composto sia dalle carte che testimoniano le funzioni esercitate dal Comune per disposizione legislativa, sia dalle carte relative alla gestione patrimoniale dell'ente.
espandi chiudi



criteri di ordinamento
Non si hanno notizie circostanziate riguardanti i rimaneggiamenti, peraltro non evidenti, subiti dalla documentazione nel corso del tempo, né notizie relative agli interventi di riordino effettuati in periodi non recenti.
Non si dispone neanche di inventari analitici.
Esiste un elenco delle serie redatto da Giuseppe Rabotti nel 1969 e pubblicato in "Archivi storici in Emilia Romagna. Guida generale degli archivi storici comunali", a cura di G. Rabotti, Bologna, 1991. Nell'elenco compaiono solo le grandi serie delle deliberazioni, del carteggio amministrativo, dei registri dello stato civile e dei ruoli matricolari. Infatti tutto il restante materiale è emerso durante un successivo lavoro di ordinamento, effettuato nel 1984 ad opera di Enzo Andraghetti.
Si è trattato di un intervento consistente sui materiali, durante il quale sono state rilevate e riaggregate altre serie documentarie, oltre a quelle evidenziate dal Rabotti, sono stati assegnati molti documenti fuori posto alle pratiche di appartenenza, sono state sostituite le camicie dei fascicoli danneggiate. E' stato infine redatto dall'Andraghetti un inventario di tipo sommario, consultabile presso il Comune.
Il presente lavoro di ordinamento ha potuto giovarsi in parte di quanto operato in precedenza, ma per molti aspetti è stato necessario intervenire ulteriormente. Si è dovuto, in particolare, separare alcune serie di documenti che si trovavano accorpate al Carteggio Amministrativo. All'interno del complesso documentario del Carteggio, infatti, oltre alla corrispondenza, erano presenti, in ciascun anno, molti documenti riconducibili a quella data ma appartenenti ad altre serie documentarie.
Abbiamo dunque separato dal Carteggio le deliberazioni consiliari più antiche, dal 1805 al 1866, la documentazione riguardante le immigrazioni ed emigrazioni, relativa all'anagrafe, una parte delle carte concernenti la formazione delle liste di leva, una parte delle carte dell'ECA, l'archivio del Tribunale Economico e le seguenti serie: Carteggio riservato, Carteggio riservato di Pubblica Sicurezza, Guardia Comunale di Sicurezza, Guardia Nazionale, serie appartenenti alla Statistica della popolazione del Governo Pontificio.
Particolare cura ha richiesto la ricostruzione del Titolario di classificazione usato per il Carteggio Amministrativo del periodo 1817 - 1833, di cui non si conoscevano le denominazioni date ai Titoli.
I restanti interventi sono consistiti nel sostituire un certo numero di buste non più utilizzabili e nel ricollocare le carte che spesso si trovavano fuori dai fascicoli di appartenenza.

storia archivistica
Il complesso documentario che costituisce l'archivio comunale anzolese è conservato in locali idonei, nei seminterrati dell'attuale sede municipale, in via Grimandi 1; qui si trova dal 1991, anno in cui l'Amministrazione Comunale vi si è trasferita. Precedentemente la parte più consistente delle carte era collocata in una apposita stanza del vecchio Palazzo Comunale, ubicato in via Emilia 149 e ora demolito; un'altra parte, per mancanza di spazi, rimaneva nei vari uffici.
Le condizioni della documentazione sono generalmente buone, se si eccettuano alcuni materiali appartenenti al Carteggio Amministrativo che sono stati danneggiati dal fuoco, presumibilmente durante l'incursione aerea effettuata su Anzola nel 1945, sul finire del secondo conflitto mondiale.

Accanto al vero e proprio fondo comunale sono conservati gli archivi aggregati: si tratta di archivi prodotti da enti formalmente distinti dal Comune, ma operanti in stretto contatto con esso. Le carte che testimoniano la loro attività si sono quindi conservate nell'ambito dello stesso complesso documentario.

strumenti di ricerca
Inventario sommario del 1984, con titolo: "Inventario dell'Archivio Comunale Storico 1804 - 1960 con indicazione delle dislocazioni".
L'inventario porta nota di un successivo controllo effettuato dopo il trasloco dei materiali avvenuto nel 1994.


codice interno: 181 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di
Lucia Borgiani e Sara Mancini Lombardi, 2001

realizzato da
Comune di Anzola dell'Emilia

Importazione da Sesamo 3.2
Regesta.exe, 2009

Intervento redazionale a cura di
IBC - Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, 2009