IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Camera confederale del lavoro di Reggio Emilia
Via Roma 53
42121 Reggio nell'Emilia (REGGIO EMILIA)

tel: 05224571
fax: 0522454161

scrivi
sito web

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Reggio nell’Emilia > Struttura dell'inventario

Archivio storico della Federazione nazionale lavoratori della conoscenza CGIL 1963 - 2004
  visualizza XML
con documenti dal 1909
fondo
buste 926, registri 13, cartelle 7, fascicoli 2, cassette 3

L'Archivio si compone attualmente di complessi prodotti da strutture sindacali nazionali, regionali e territoriali, da dirigenti sindacali e da altre figure che hanno operato nel mondo della scuola e del sindacato:
espandi chiudi


- 3 subfondi nazionali: SNS Sindacato nazionale scuola, SNUR Sindacato nazionale università e ricerca, Associazione nazionale PROTEO Fare Sapere;
- 2 subfondi regionali: SNS Sindacato regionale scuola Lazio, SNS Sindacato regionale scuola Toscana;
- 4 subfondi territoriali: SNS Sindacato territoriale scuola Alessandria, SNS Sindacato territoriale scuola Brescia, SNS Sindacato serritoriale scuola Firenze, SNS Sindacato provinciale scuola Modena;
- una raccolta di carte depositate a vario titolo da dirigenti sindacali: Filippo Arcuri, Vincenzo Bonucci, Eugenio Capitani, Francesco d'Assisi Cormino, Filippo Ottone, Enrico Panini, Roberto Pettenello, Paolo Raponi, Giovanna Romualdi, Giorgio Sciotto, Maria Serena Tiella, Marcello Vigli.
Particolarmente rilevanti per consistenza e varietà documentaria sono i fondi nazionali SNS e SNUR, mentre per quanto attiene i sindacati periferici (regionali e territoriali), va tenuto presente che i rispettivi fondi non sono archivi in senso stretto: gli archivi di queste strutture sono infatti tuttora conservati presso le strutture medesime, mentre nell'Archivio storico FLC-CGIL nazionale sono stati depositati soltanto spezzoni o raccolte di materiale documentario di vario genere che alcuni sindacati locali hanno deciso di inviare a Reggio Emilia, dietro sollecitazione del sindacato nazionale, al fine di contribuire a documentare le origini e la storia del sindacato scuola CGIL.
Tra i fondi personali particolarmente importanti sia in considerazione dei soggetti che li hanno prodotti sia della ricchezza delle carte conservate sono i fondi Capitani e Tiella, che sono stati entrambi oggetto di inventariazione analitica.

criteri di ordinamento
Relativamente al metodo di lavoro adottato negli interventi realizzati dal 1998 ad oggi, va precisato che dopo un primo generale riordino e inventariazione dell'Archivio (1998), si è proceduto fino al 2004 per aggiunte e integrazioni ovvero riordinando e inventariando soltanto i nuovi lotti di materiale versato, senza procedere ad una ridefinizione complessiva di tutta la struttura e articolazione dell'Archivio e dei suoi fondi. Questa strategia è stata seguita in via prudenziale: trattandosi di un archivio non solo "aperto", ma anche relativamente "giovane" (i documenti presentano una continuità cronologica soltanto a partire dagli anni Sessanta), si è preferito mantenere un assetto provvisorio dei materiali documentari, in attesa di avere una conoscenza sufficientemente approfondita della storia istituzionale del sindacato nazionale scuola CGIL e delle sue articolazioni funzionali e di essere certi che in archivio fossero depositate tutte le carte più antiche.
Soltanto nel 2005, in seguito al versamento dell'importante e consistente fondo del Sindacato Nazionale Università e Ricerca e in considerazione delle notevoli dimensioni quantitative che stava complessivamente assumendo tutto l'Archivio storico, si è deliberato di procedere non soltanto al riordino e all'inventariazione degli ultimi lotti versati, ma anche di programmare una revisione generale della struttura dell'archivio e dei suoi fondi, che verrà pienamente attuata nell'ambito degli interventi futuri. Contestualmente, per quanto riguarda l'inventariazione, si è deciso di creare un'unica banca dati da implementare e aggiornare ad ogni successivo intervento di lavoro. Per questo scopo era stato adottato il software Sesamo, distribuito dalla Regione Lombardia, appositamente creato per l'inventariazione degli archivi, nel rispetto degli standard internazionali di descrizione¹. Il lavoro di inventariazione svolto nel 2005 ha dunque prodotto un unico file nel quale sono stati inseriti gli elementi generali inerenti la nuova struttura assegnata all'Archivio. Il passaggio da Sesamo alla piattaforma IBC-xDams ha poi reso possibile l'implementazione dell'inventario coi dati relativi ai fondi, serie e unità archivistiche riordinati nel corso delle precedenti fasi di lavoro, oltre che un lavoro di revisione generale dei criteri descrittivi.

Note
1. In precedenza era stato invece adottato il software Sécretaire, anch'esso creato appositamente per l'inventariazione degli archivi, ma nato all'inizio degli anni '90 e dunque oramai obsoleto oltre che antecedente all'emanazione degli standard internazionali di descrizione, avvenuta fra la fine degli anni '90 e i primi anni 2000.

storia archivistica
L'Archivio storico FLC-CGIL Nazionale è conservato presso la Camera del lavoro territoriale di Reggio Emilia a partire dal novembre 1997, in seguito ad una convenzione stipulata all'epoca tra la Camera e il SNS - CGIL nazionale¹, sulla base della quale la CGIL reggiana si è impegnata a conservare le carte e a garantirne la pubblica consultazione.
La decisione da parte del sindacato nazionale dei lavoratori della scuola di costituire un proprio archivio storico fu stimolata dalla ricorrenza dei trent'anni dalla fondazione del sindacato. La scelta di depositare l'archivio presso la Camera del lavoro di Reggio Emilia fu condizionata dal fatto che qui gli eredi di Eugenio Capitani erano in procinto di depositare le carte personali dello scomparso Segretario generale del SNS-CGIL nazionale².
Dal 1997 ad oggi sono stati effettuati periodici versamenti di materiale documentario e periodici riordinamenti e inventariazioni: il primo intervento di riordino cominciò alla fine di marzo del 1998 per concludersi pochi mesi dopo; altri interventi si sono svolti nel 1999, nel 2002, nel 2004, nel 2005 e nel 2008.
Frattanto il 2 dicembre 2003 la Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna ha dichiarato l'archivio di notevole interesse storico.
La documentazione dell'Archivio comprendeva complessivamente 763 buste, 13 registri, 7 cartelle, 6 fascicoli, 3 audiocassette e ricopriva un arco cronologico compreso tra il 1963 e il 2004, con materiale (per lo più in copia) risalente fino al 1909.

Note
1. La convenzione fu firmata il 27 giugno 1997.
2. Eugenio Capitani fu tra i fondatori del sindacato nazionale della scuola e ricoprì la carica di segretario generale dal gennaio 1971 al maggio 1974.

condizioni che regolano l'accesso
Per quanto riguarda il trattamento di dati personali e la tutela del diritto d'autore si fa riferimento alla normativa vigente (Codice in materia di protezione dei dati personali, d. lgs. 196/2003; Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio, L. 633/1941 e successive modificazioni).

stato di conservazione discreto


strumenti di ricerca
- schedatura inventariale sommaria a cura di Gabriele Bezzi (CRECS), 1998, dattiloscritto;
- schedatura inventariale sommaria a cura di Gabriele Bezzi (CRECS), 1999, dattiloscritto;
- "Fondo Eugenio Capitani. Inventario", a cura di Gabriele Bezzi, Reggio Emilia, Teorema, 1999;
- "L'Archivio storico CGIL Scuola Nazionale. Inventario dei fondi", a cura di Gabriele Bezzi, Reggio Emilia, Teorema, 2001 (rielaborazione delle schedature 1998 e 1999);
- schedatura inventariale sommaria a cura di Sabina Brandolini (CRECS), 2002, dattiloscritto;
- schedatura inventariale sommaria a cura di Sabina Brandolini (CRECS), 2004, dattiloscritto;
- "L'intelligente curiosità di Serena. Inventario del fondo Serena Tiella", a cura di Sabina Brandolini, 2005;
- schedatura inventariale sommaria a cura di Franca Manzini (GEA), 2008.


codice interno: 431 - 001

informazioni redazionali
Guida a cura di
Federica Collorafi e Gianni Borgognoni (Open Group), 2014

realizzata per
Federazione lavoratori della conoscenza CGIL (Roma) e Camera del lavoro territoriale (Reggio Emilia)

Intervento redazionale a cura di
IBC - Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, 2015

Nella presente guida sono state importate e successivamente revisionate e integrate le descrizioni realizzate da persone diverse, con metodologie e grado di analiticità diversi, a partire dal 1998.
Per l'elenco specifico degli strumenti di accesso recuperati e delle relative responsabilità si rinvia alle informazioni sugli "Strumenti di ricerca".