IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca comunale Antonio Panizzi di Reggio Emilia
Via Farini 3
42121 Reggio nell'Emilia (REGGIO EMILIA)

tel: 0522456084
(Centralino)
0522456090
(Settore manoscritti)
fax: 0522456081

scrivi
sito web

responsabile: Giordano Gasparini scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Reggio nell’Emilia > Struttura dell'inventario

Archivio Giuseppe Soncini - Bruna Ganapini 01 gennaio 1945 - 23 febbraio 1993
  visualizza XML
vai al soggetto produttore: Giuseppe Soncini

vai al soggetto produttore: Bruna Ganapini

fondo

Giuseppe Soncini (1926-1991) ha svolto a Reggio Emilia un rilevante ruolo di uomo politico e di amministratore pubblico, sia come presidente dell'Arcispedale "Santa Maria Nuova"sia in veste di Assessore comunale, incarichi che gli permisero di sviluppare un'intensa attività di assistenza e di solidarietà ai popoli dell'Africa in lotta per la libertà e l'indipendenza.
espandi chiudi


L'archivio è stato donato alla Biblioteca Panizzi in due tranches: una prima parte di documentazione è stata donata nel 1993. Si tratta di lettere, volantini e documenti vari, nonché fotografie, periodici e libri della sua biblioteca privata inseriti, rispettivamente, nel catalogo-fototeca, catalogo-emeroteca e catalogo delle pubblicazioni monografiche. La documentazione a seguito di un intervento di riordino e inventariazione è stata organizzata in 5 serie principali (complessivamente 107 fascicoli condizionati in 21 buste): Reggiane (1905-1981); P.C.I. Federazione Provinciale di Reggio Emilia (1952-1981); Municipio di Reggio Emilia (1979); Sanità (1958-1976); Camera Confederale del Lavoro di Reggio Emilia (1946-1969).
Il primo deposito del 1993 è stato oggetto di una sistemazione e inventariazione a cura di Claudia Codeluppi. L'inventario è disponibile al seguente link: http://panizzi.comune.re.it/Sezione.jsp?titolo=Inventari&idSezione=429&lookfor=soncini

Una seconda parte del l'Archivio personale di Giuseppe Soncini e Bruna Ganapini è stato donato alla Biblioteca Panizzi nel 2012.
Questo secondo deposito è oggetto, attualmente, di un progetto di sistemazione e inventariazione complessivo.
Il complesso del secondo deposito, composto dai materiali depositati nel 2012 da Bruna Ganapini presso la Biblioteca Panizzi, rappresenta un cospicuo giacimento archivistico e documentario. Solo per rendere ragione della complessità dei materiali si possono riassumere alcuni dati dimensionali sulla consistenza generale si tratta di circa 29 metri lineari di archivio, di cui:

a) 9,6 metri lineari di corrispondenze e documenti cartacei;
b) 7,5 metri lineari di foto, positivi, negativi e diapositive;
c) 2,5 metri lineari di audio e video;
d) 4,8 metri lineari di manifesti;
e) 4,8 m metri lineari di opuscoli e riviste.

In particolare tale deposito riguarda, per l' 85% del materiale, i rapporti tra Reggio Emilia e l' Africa Australe.
Questo deposito africano ha riguardato una consistente parte cartacea, prevalentemente riordinata nel Subfondo Africa, ma anche una altrettanto consistente parte bibliografica (comprendente serie di periodici catalogati all'interno dell'Opac della Panizzi), una importante collezione fotografica che ha imposto il suo parziale inventario (per la parte riguardante i positivi fotografici) denominata Subfondo Africa -Fotografie, una significativa parte di materiali grafici e multimediali (manifesti e locandine, diapositive, pizze cinematografiche, bobine, video e audio cassette, stampe per l'allestimento di mostre). Infine, per evidente congruità con le scelte complessive, si sono escluse dalla sistemazione già effettuata, oltre ai negativi, anche le stampe "fuori formato" e quelle parti del sub fondo fotografico genericamente definita "Grafica".
Ad oggi (settembre 2014) è stato condotto a termine il lavoro di riordino ed inventariazione del segmento africano dell'Archivio Soncini-Ganapini. All'interno della piattaforma IBC-Archivi e attraverso la pagina web della Biblioteca Panizzi sono integralmente consultabili:

a) Il Subfondo Africa, all'interno del quale sono stati riordinati i materiali cartacei relativi alle attività di Giuseppe Soncini a favore dei paesi dell'Africa Australe, prima nella sua veste di Presidente dell'Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, in seguito, a partire dal 1975, come Assessore alle Relazioni Internazionali del Comune di Reggio Emilia; questo subfondo, alla cui scheda descrittiva si rimanda per ulteriori informazioni sui contenuti e sui materiali conservati, raccoglie oltre 40.000 carte e documenta le attività e le iniziative realizzate dai diversi Comitati promossi da Giuseppe Soncini a favore dei movimenti di liberazione della colonie portoghesi (Mozambico, Angola e Guinea-Bissau), e, in seguito, in appoggio all'African National Congress del Sud Africa, alla SWAPO della Namibia e ai movimenti di liberazione dello Zimbabwe; contiene, inoltre, importante documentazione sul rapporto di Reggio Emilia con il Mozambico indipendente e sulle iniziative di solidarietà e cooperazione con quel paese.

b) Il Subfondo Africa-Fotografie, nel quale sono conservati oltre 8.000 positivi fotografici relativi alle attività di solidarietà internazionale di Reggio Emilia nei confronti dei paesi dell'Africa Australe nel corso del ventennio 1970-1990; questo subfondo, alla cui scheda descrittiva si rimanda per maggiori informazioni sui contenuti e sui materiali conservati, raccoglie la documentazione fotografica delle Conferenze Nazionali di solidarietà promosse da Reggio Emilia, prima in favore dei movimenti di liberazione delle colonie portoghesi, poi dei movimenti di liberazione dell'Africa Australe, così come raccoglie la documentazione della solidarietà sanitaria reggiana nei confronti del FRELIMO, e in seguito, sulle Navi della solidarietà italiana con i popoli dell'Africa Australe;

c) E' stato, inoltre, integralmente catalogato all'interno dell'OPAC della Biblioteca Panizzi la collezione di riviste e monografie conservate nell'Archivio Soncini-Ganapini, tra le quali segnaliamo importanti fonti africane così come i materiali a stampa prodotti dai movimenti attivi in tutto il mondo nella lotta al colonialismo e all'apartheid.

La parte residua del materiale africano dell'Archivio Soncini-Ganapini, che sarà oggetto di un futuro lavoro di riordino e inventariazione, non è, attualmente, consultabile. In generale, si tratta dei materiali che richiederanno un condizionamento, trattamenti/digitalizzazioni o una collocazione speciale, sulla base delle dimensioni e dei supporti. Si è, tuttavia, proceduto ad un lavoro di censimento e di riordino che ha permesso di definire la futura creazione di alcune partizioni archivistiche:

a) Subfondo Grafica: in questa sezione dell'Archivio sarà raccolto il materiale grafico relativo a mostre allestite o organizzate dai Comitati oppure le serie di scatti realizzate per conto di altri soggetti (anche internazionali), così come i materiali utili ai Comitati per le attività redazionali per comunicazione (Bollettini, Sechaba edizione italiana) o per corredare l'invio, ai richiedenti delle mostre e delle pannelli. In particolare, nel subfondo "Grafica" confluiranno anche altri materiali collegati alle attività legate all'Africa dei Comitati promossi da Giuseppe Soncini (ad esempio layout di prodotti tipografici), ma anche la cospicua collezione di manifesti prodotti per le attività di solidarietà di Reggio Emilia, ma provenienti anche dai movimenti di liberazione africani e da comitati e movimenti attivi in tutto il mondo nella lotta contro l'apartheid. All'interno di questa partizione archivistica verranno descritte anche le numerose fotografie di "fuori formato".

b) Subfondo materiale multimediale, che raccoglierà il consistente nucleo di documenti audio-video conservati all'interno dell'Archivio Soncini-Ganapini; si tratta di circa 1500 pezzi tra audiocassette, nastri audio, videocassette, VHS, pellicole che rappresentano un'importante documentazione delle iniziative e delle attività legate al rapporto tra Reggio Emilia e l'Africa Australe;

c) Integrazione del Subfondo Africa-Fotografie con la collezione di diapositive e negativi; si tratta di circa 6000 pezzi, profondamente integrati rispetto alla collezione di positivi descritti;

Per ciò che concerne la rimanente parte cartacea dell'Archivio Soncini-Ganapini, depositata nel 2012, il materiale sarà organizzato in alcune serie, cercando, per quanto possibile, da una parte di conservare l'organizzazione originaria dei materiali, dall'altra di costruire una struttura archivistica trasparente e coerente, anche al fine di consentire, nel prossimo futuro, l'integrazione completa del deposito del 1994 e di quello del 2012 in un unico albero archivistico.
In via generale, i materiali non africani del deposito 2012 saranno organizzati in cinque serie supplementari, ciascuna delle quali raccoglie i materiali legati ad una fase della formazione o dell'attività politica ed amministrativa di Giuseppe Soncini. Le serie previste saranno:

a) "Comune di Reggio Emilia", all'interno della quale saranno raccolti i materiali relativi all'attività di Giuseppe Soncini come Assessore del Comune di Reggio Emilia nelle giunte Bonazzi e Benassi; di particolare interesse la documentazione e le corrispondenze relative alle politiche di gemellaggio del Comune di Reggio Emilia e alle vicende dei gemellaggi stessi;

b) "Omi Reggiane", deposito che completa il precedente del 1994; si tratta di materiale raccolto da Giuseppe Soncini nel corso della sua esperienza come Segretario del Comitato di fabbrica della Sezione PCI Santa Croce "Reggiane"-Officine Meccaniche Italiane e membro della Commissione Interna delle Reggiane;

c) "Ufficio Studi del PCI", si tratta di una parte di materiale relativo all'attività di Giuseppe Soncini come responsabile dell'Ufficio Studi della Federazione Provinciale del Partito Comunista Italiano, nel corso degli anni Sessanta;

d) "Scuola superiore di Scienze Economiche dell'URSS", nella quale saranno riordinati i materiali relativi ai vari periodi di studio che Giuseppe Soncini trascorse, tra il 1956 e il 1959 in Unione Sovietica.

e) "Lega delle Autonomie", all'interno della quale saranno riordinati i materiali relativi all'ultima fase dell'attività politica ed amministrativa di Giuseppe Soncini, dal 1987 al 1991 nella veste di Segretario Provinciale della Lega delle Autonomie e dei Poteri Locali di Reggio Emilia;

f) "Attivita' in ambito sanitario/ospedaliero (Fiaro-Aroer-Arcispedale)", all'interno della quale verranno riordinati alcuni dei materiali relativi all'attività di Giuseppe Soncini come Presidente dell'Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia dal 1968 al 1975, come Presidente dell'Associazione Regionale degli Ospedali dell'Emilia Romagna (AROER), dal 1969 al 1977, e come Vicepresidente della Federazione italiana associazioni regionali ospedaliere (FIARO) dal 1972 al 1977.

storia archivistica
Il complesso dell'Archivio Soncini-Ganapini, è stato oggetto di due differenti depositi presso la Biblioteca Panizzi da parte di Bruna Ganapini: uno nel 1993 e l'ultimo nel 2012.
I materiali depositati nel 2012 sono stati oggetto, precedentemente al deposito, di varie operazioni di riordino da parte di Giuseppe Soncini e Bruna Ganapini. In particolare, il materiale relativo ai temi africani, inizialmente organizzato in base a criteri operativi e alle esigenze di lavoro, documentazione e rendicontazione relative all'attività dei vari Comitati promossi da Giuseppe Soncini, è stato oggetto di due radicali interventi di riordino da parte dei soggetti produttori; il primo tra la fine del 1986 e i primi mesi del 1987, in occasione della rendicontazione delle iniziative e dei progetti legati a "Noi con Voi", il secondo, a partire dagli ultimi mesi del 1987, come testimoniato da alcune lettere del periodo [Lettere a Marcelino Dos Santos e Alberto Massavananhe del 15 ottobre 1987, Subfondo Africa, Serie FRELIMO-Mozambico, b. 11, fasc. 36, documenti 45 e 47], con l'obiettivo di organizzare i materiali per la scrittura di due sintesi sull'esperienza di solidarietà reggiana, la prima dal titolo "Per una storia della solidarietà italiana con i popoli dell'Africa Australe" che si proponeva di ricostruire l'attività di Reggio Emilia nei confronti dei movimenti di liberazione dell'Africa Australe e nella lotta contro l'apartheid, la seconda, abbozzata negli anni 1988-1990 che avrebbe dovuto ricostruire il rapporto tra Reggio Emilia e il Mozambico che avrebbe dovuto intitolarsi "Venti anni di solidarietà". Dopo la morte di Giuseppe Soncini, nel 1991, il lavoro di riordino è stato continuato da Bruna Ganapini, che ha compiuto un attento e minuzioso lavoro di sistematizzazione e di mappatura dei materiali conservati, oltre ad un'opera di integrazione e implementazione di alcuni segmenti dell'Archivio.
Grazie a questo lavoro e alla disponibilità di Bruna Ganapini, è stato possibile, anche prima del deposito presso la Biblioteca Panizzi, la consultazione di materiali dell'Archivio da parte di ricercatori per una ricostruzione del rapporto di solidarietà sanitaria tra Reggio Emilia e il FRELIMO, conducendo alla pubblicazione delle monografia "La stagione della solidarietà sanitaria a Reggio Emilia: Mozambico (1963-1977)", di C. Mario Lanzafame e Carlo Podaliri.
Nel 2011 all'atto della consegna di questo secondo deposito, il personale della Biblioteca Panizzi, con l'essenziale collaborazione di Bruna Ganapini, ha provveduto a compilare un elenco di consistenza. L'elenco di consistenza era corredato da una serie di file Excel predisposti da Bruna Ganapini, che riproducevano la sistemazione originale dell'Archivio, anche dal punto di vista della sistemazione fisica, rendendo esplicite le segnature originali e consentendo di ricostruire puntualmente la storia della produzione, dell'organizzazione, dei riordini e delle vicende relative alla conservazione dei materiali costituenti l'Archivio.
Negli ultimi mesi del 2012, come operazione preliminare alla descrizione del segmento africano dell'Archivio, il gruppo di lavoro incaricato del riordino e dell'inventariazione di questo secondo deposito ha proceduto ad una riorganizzazione dei materiali che è alla base dell'attuale progetto di albero archivistico complessivo. Sono stati, quindi, creati il subfondo Africa, con le sue partizioni archivistiche, il subfondo Africa-Fotografie, è stato effettuato un censimento dei materiali multimediali e della sezione "Grafica", e sono stati organizzati i materiali delle serie non africane del secondo deposito dell'Archivio Soncini-Ganapini, in vista del prossimo riordino.

bibliografia

Gli archivi di Giuseppe Soncini e Franco Cigarini: due amici protagonisti di una città generosa e solidale, Reggio Emilia, Biblioteca Panizzi Edizioni, 2013


codice interno: 0590 - 001

informazioni redazionali
Inventario parziale a cura di
Marzia Moreni in collaborazione con Bruna Ganapini, C. Mario Lanzafame e Carlo Podaliri, 2014
Progettazione di C. Mario Lanzafame e Carlo Podaliri

realizzato per
Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia con il contributo finanziario di BOOREA nell'ambito del progetto Sistemazione e valorizzazione dell'Archivio Giuseppe Soncini

Intervento redazionale
IBC - Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, 2014