IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Bagnara di Romagna
Piazza Marconi 2
48010 Bagnara di Romagna (RAVENNA)

tel: 0545905508
(Ufficio segreteria)
fax: 054576636

scrivi
sito web

responsabile: Vilma Dal Bosco scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Bagnara di Romagna > Struttura dell'inventario

Archivio dell'Aggiunto municipale di Bagnara 1810 - 1813
  visualizza XML
fondo
fascicoli 4, registri 4

L'archivio documenta l'attività dell'Aggiunto municipale di Bagnara dal 1 luglio 1810 al dicembre 1813; le deliberazioni della Municipalità di Bagnara non vengono più infatti registrate dopo il 30 giugno 1810 e fino al 1 gennaio 1814.
espandi chiudi



La modesta consistenza complessiva delle carte che caratterizza questi anni, al di là delle dispersioni dovute al periodo bellico, potrebbe dipendere dall'inevitabile contrazione che subì l'attività amministrativa relativa al territorio di Bagnara, assunta dall'Amministrazione comunale di Castel Bolognese.
A quest'ultima, sulla base delle caratteristiche dei fascicoli presenti e delle segnature protocollari apposte, sono peraltro direttamente afferibili alcune delle carte conservate nel Carteggio amministrativo dell'Aggiunto municipale, dimostrando così l'inevitabile commistione creatasi fra i due archivi in seguito al doppio trasferimento.

storia archivistica
Questo nucleo documentario si configura come un archivio aggregato all'Archivio comunale di Bagnara di Romagna in quanto l'Aggiunto municipale agiva per conto dell'Amministrazione comunale di Castel Bolognese.
Nella circolare prefettizia n. 18619 del 14 maggio 1810, con cui si comunicava l'aggregazione dei due Comuni e si nominava l'Aggiunto municipale, veniva disposta anche la consegna dell'archivio comunale di Bagnara al Podestà di Castel Bolognese.

La ripresa dell'attività amministrativa a Bagnara è testimoniata dal verbale di "separazione dalla Comune di Castel Bolognese e ripristinazione del Comune di Bagnara" e "installazione del Sindaco provvisorio", nominato dal Vice-Prefetto di Imola. (1)
L'archivio, sulla base delle risoluzioni prese, venne restituito con il ripristino del Comune di Bagnara (1 gennaio 1814).

(1) Deliberazioni della Municipalità, (1797-1816), reg. "Sedute della Municipalità di Bagnara dal 1809 al 1818".

unità di descrizione collegate
Presso l'Archivio storico comunale di Castel Bolognese non c'è traccia di carte relative all'attività dell'Aggiunto municipale di Bagnara: la documentazione contenuta nella serie dell'Archivio amministrativo, (1796-1945), come viene anche evidenziato nell'inventario Plessi-Diversi "Gli archivi del Comune di Castelbolognese" (1), risulta particolarmente esigua in termini assoluti e per gli anni in questione (1810-1813, lacunoso il 1812) si limita a quattro fascicoli per il biennio 1810-1811 (di cui uno, "Annona e Abbondanza" del 1810, privo di carte) e tre per il 1813.
Dall'analisi di queste carte e di quelle relative alle annualità precedenti e seguenti sembra però possibile attestare che la numerazione protocollare riscontrata talvolta sulle carte afferenti alla documentazione relativa all'Aggiunto municipale conservate a Bagnara sia effettivamente quella in uso presso l'Archivio storico comunale di Castel Bolognese.
In particolare, l'esame della carta di fascicolazione utilizzata per il titolo V "Censo" del 1813 mostra come gli elementi estrinseci (grafia, tipologia e disposizione delle informazioni sulla pagina) siano gli stessi presenti sul fascicolo relativo al titolo XXV "Tesoro e Casse pubbliche" del 1810 o sul fascicolo relativo al titolo X "Giustizia civile e punitiva" del 1811, entrambi conservati a Bagnara.
Sempre presso l'Archivio storico comunale di Castel Bolognese, nella serie delle Deliberazioni consiliari, (1799-1926), all'interno del reg. 48 (ex-5) relativo agli anni 1808-1811, è presente la deliberazione della seduta del 7 settembre 1810 in cui venne data esecuzione al Vice Regio Decreto del 20 aprile dello stesso anno sulla concentrazione delle Comuni di Solarolo e Bagnara in quella di Castel Bolognese e installato il Consiglio comunale, nominato con Vice Regio Decreto 2 agosto 1810.
La deliberazione riporta anche le seguenti annotazioni: "Il Consiglio […] dopo vari riflessi dichiarata vera e reale necessità che i signori Savi abitanti in Solarolo ed in Bagnara abbia ognuno di essi un Aggiunto per lo Stato Civile, quale Aggiunto lo coadiuvi ancora nel disimpegno degli oggetti politici ed amministrativi e lo rappresenti in caso di assenza o malattia […] Poscia il Consigliere sig. Giuseppe Morsiani ha proposto in Aggiunto come sopra in Bagnara il sig. Vandino Marescotti già secretario della cessata municipalità di Bagnara […] è stato il sig. Marescotti eletto in Aggiunto come sopra …".

Note
(1) Giuseppe Plessi, Oddo Diversi "Gli archivi del Comune di Castelbolognese", Faenza, F.lli Lega, in Studi romagnoli, 14, 1963, pp. 138-172


codice interno: 797 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di
Nicola Pezzi (Open Group), 2016

realizzato per
Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna [L.R. 18/2000. Piano bibliotecario 2008-2009. Intervento diretto]

Intervento redazionale a cura di
Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Servizio biblioteche archivi musei e beni culturali, 2017