IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
Via Mentana 2

40126 Bologna (BOLOGNA)

tel: 051231313
fax: 0516561934

scrivi
sito web

responsabile: Elena Romagnoli scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > BIM - Imola > Bologna > Struttura dell'inventario

Archivio storico della Coop Estense 1891 - 1991
  visualizza XML
vai al soggetto produttore: Coop Estense

fondo
registri 478, fascicoli 283, buste 9, mazzo 1

L'archivio storico di Coop Estense conserva la documentazione relativa all'attività della cooperativa a partire dal 1923, anno della sua fondazione, fino al 1989, anno della sua fusione con Coop Ferrara. Nel corso della sua storia, l'originaria cooperativa denominata Azienda cooperativa modenese (Acm) ha subito diverse modificazioni riguardanti sia la sua denominazione (Alleanza cooperativa modenese - 1945; Coop Modena - 1983; Coop Estense - 1989) sia il suo statuto e gli scopi sociali, attraverso le quali è giunta all'attuale struttura societaria: l'individuazione della cesura cronologica al 1989 risponde alla scelta di circoscrivere la documentazione storica entro i limiti dell'ultimo rilevante cambiamento. Il fondo è costituito da 23 serie archivistiche che naturalmente rispecchiano la struttura amministrativa della cooperativa e nel contempo l'attività svolta, espressione delle finalità statutarie. Vi si trovano infatti conservati i registri dei verbali delle sedute degli organi di gestione (Consiglio di Amministrazione, Collegio sindacale, Assemblea dei soci e Comitato esecutivo) attraverso i quali è dato di ripercorrere tutta la storia della società, le scelte fatte per il suo sviluppo, le problematiche affrontate in rapporto alle trasformazioni storiche avvenute nel corso della sua lunga vita (il periodo fascista e del secondo conflitto mondiale, la successiva ricostruzione postbellica, il boom economico, la crisi degli anni Settanta e le sfide dei mercati degli anni Ottanta), le responsabilità assunte dagli amministratori che si sono succeduti, i rapporti con gli enti pubblici locali e nazionali e quelli con il mondo della cooperazione in genere. Esito della gestione economica della cooperativa sono tutti i documenti attinenti alla contabilità: di qui la presenza dei libri mastro, nonché dei bilanci preventivi e consuntivi, ai quali si affianca la documentazione prodotta da Acm sia in preparazione alle assemblee generali dei soci che in occasione delle stesse, proprio per l'approvazione dei bilanci (cfr. serie "Atti dell'Assemblea dei soci per i bilanci societari"). In quanto "alleanza" di cooperative di consumo, Acm ha sempre svolto un'intensa attività di assistenza e di controllo contabile e gestionale nei confronti delle associate e questo rende ragione della presenza della documentazione relativa ai verbali di ispezione, ai resoconti annuali delle eccedenze e degli ammanchi nei diversi punti vendita delle associate, alle pratiche di liquidazione. La conservazione dei registri dei verbali degli organi di gestione delle cooperative socie di Acm (serie "Libri delle cooperative associate") va invece ricondotta alla nascita della cooperativa unica modenese, avvenuta nel 1967, in seguito alla quale tali documenti vennero depositati nell'archivio dell'Alleanza. Infine, il fondo archivistico contiene alcune serie distinte di carteggio: si tratta degli atti amministrativi generali della società e di organismi interni, quali il Comitato amministratore del Comitato mutualistico, l'Ufficio attività e organizzazione sociale ed il Settore programmazione e sviluppo.
espandi chiudi



criteri di ordinamento
L'intervento di riordino ed inventariazione è stato realizzato in più fasi di lavoro così articolate: una preliminare indagine generale sulla documentazione, seguita dalla schedatura delle unità archivistiche, finalizzata al recupero delle informazioni necessarie alla formulazione di un'ipotesi di struttura archivistica da attribuire alle carte; successivamente, l'individuazione e la ricomposizione delle diverse serie, accompagnata dal riordino in sequenza cronologica delle singole unità, dopo averne verificata e talvolta aggiornata la datazione; infine, la descrizione inventariale realizzata nel rispetto degli standards internazionali di descrizione archivistica ISAD (G) e ISAAR (CPF). La struttura risulta composta di 23 serie archivistiche, una delle quali è a sua volta organizzata in sottoserie (Libri delle cooperative associate). La descrizione arriva al livello dell'unità (fascicolo o registro), fatta eccezione per la serie "Verbali d'ispezione ordinaria delle cooperative associate" per la quale ci si è limitati ad una descrizione sommaria.

storia archivistica
L'archivio storico di Coop Estense è sempre stato conservato dalla società nelle proprie sedi amministrative ossia dapprima a Modena in Via Battisti 22 poi, dal 1945, in via Cialdini 3, successivamente, dal 1970, in Via Fabriani 120, ed infine, dal 1988, nell'attuale sede di Viale Virgilio 20.
In occasione del presente intervento di riordino ed inventariazione, la documentazione è stata trasferita dai locali dell'archivio di deposito, posto nel piano interrato dell'edificio, dove si trovava, in una stanza al 6° piano, appositamente attrezzata e destinata esclusivamente alla sua conservazione e consultazione. Dall'analisi della documentazione, il complesso archivistico è risultato composto di più nuclei che sono stati individuati e descritti separatamente, in quanto veri e propri fondi autonomi, confluiti all'interno dell'archivio di Coop Estense in seguito alle trasformazioni vissute dalla società nel corso degli anni: si tratta delle carte dell'Associazione provinciale delle cooperative di consumo di Modena, fra le quali è stata riscontrata la presenza di una piccola parte dell'archivio della Federazione provinciale delle cooperative; della documentazione del Consorzio fra le cooperative di consumo della provincia di Modena e del fondo di Coop Ferrara.
L'intero corpus documentario è stato depositato nel 2016 a Bologna, presso il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale, che ne cura ora la conservazione e la consultazione.

bibliografia
Mario Zucchelli, "Alcuni aspetti storici e strutturali della cooperazione di consumo della provincia di Modena", tesi di laurea Università degli studi di Modena, Facoltà di economia e commercio, A.a. 1973-1974


Mauro Francia, Giuliano MuzzioliCent'anni di cooperazione. La cooperazione modenese aderente alla Lega dalle origini all'unificazione (1864-1968), Bologna, Il Mulino, 1984
Renato Zangheri, Giuseppe Galasso, Valerio CastronovoStoria del movimento cooperativo in Italia. La Lega nazionale delle cooperative e mutue, 1886-1986, Torino, G. Einaudi, 1987

Il movimento cooperativo. Cronologia e cenni storici, a cura di Evaristo Pancaldi, Modena, Legacoop Modena, 2002


codice interno: 1297 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di
Laura Cristina Niero (COSMOS), 2013
realizzato per
Coop Estense, 2013

Importazione da GEA
Regesta.exe, 2019

Revisione a cura di 
Laura Cristina Niero (COSMOS), 2020
realizzata per 
Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale, Bologna

Intervento redazionale a cura di 
Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2020