Archivi ER

Archivi ER - Sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia-Romagna

Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca comunale Manfrediana di Faenza
Via Manfredi 14

48018 Faenza (RAVENNA)

tel: 0546691700

scrivi
sito web

responsabile: Daniela Simonini scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: Archivi ER > Inventari on line > Faenza > Struttura dell'inventario

Archivio Famiglia dal Pane 1503 - 09 marzo 1815
  visualizza XML
vai al soggetto produttore: Famiglia dal Pane (Faenza)

fondo
buste 4, registri 33, fascicoli 175, filze 26

L’archivio della famiglia dal Pane appare chiaramente strutturato secondo le linee più consuete per un antico archivio gentilizio, come il risultato della accumulazione progressiva della documentazione prodotta per il perseguimento delle sue finalità preminenti di un casato nobiliare (la conservazione dei diritti e dei privilegi, la perpetuazione della famiglia con adeguate politiche matrimoniali e il mantenimento e l’incremento del patrimonio mobile e immobile), e quindi sostanzialmente con serie di: istrumenti di privilegi e di titoli di proprietà e di possesso; contabilità generale e particolare di famiglia, di casa e delle tenute; amministrazione speciale dei diversi assi ereditari confluiti in questo patrimonio.
espandi chiudi



criteri di ordinamento
L’archivio presenta il comune ordinamento per serie di documentazione uniforme ad accrescimento cronologico.

storia archivistica
Non si hanno particolari notizie dirette sulle vicende della documentazione prodotta dalla famiglia dal Pane, a parte l’ovvia considerazione che durante la plurisecolare storia della famiglia essa dovette essere prodotta e conservata presso i palazzi di residenza e di proprietà, verosimilmente per lo più in Faenza e nelle proprietà rusticali, per poi divenire infine un archivio aggregato dell’Archivio Zauli Naldi probabilmente per il tramite delle precedenti unioni matrimoniali con le casate Calderoni e Bertoni. Qui ricevette una repertoriazione parziale, verosimilmente negli stessi anni in cui Giacomo Zauli Naldi attendeva agli indici alfabetico e uno cronologico del suo archivio famigliare, compiuti nel 1889.
Il successivo passo epocale si ebbe quindi nel 1965 quando, a seguito del munifico lascito testamentario del conte Luigi Zauli Naldi (1894-1965), personalità di raffinata cultura che si segnalò - fra l’altro - per essere stato assieme a Gaetano Ballardini uno dei fondatori dell’attuale Museo Internazionale delle Ceramiche, il complesso degli archivi (Naldi, Zauli Naldi e altri aggregati) e delle biblioteche appartenuti alla famiglia Zauli Naldi è pervenuto al Comune di Faenza ed è passato a essere conservato presso la Biblioteca Manfrediana. 
Anche questo archivio, come tutti quelli oggetto del lascito del 1965, è stato descritto nell’inventario sommario - Inventario Archivio Famiglia Zauli Naldi (1141-sec. XX) - realizzato nel 2007 a cura di Allegra Paci.
Infine negli anni 2021-2022 pure l’Archivio dal Pane è stato interessato da un intervento di riordino e di inventariazione analitica, che ha portato al recupero della distinta identità e autonomia dei complessi archivistici afferenti i diversi enti produttori, alla ricostituzione dell’ordinamento originario delle serie documentarie e alla loro descrizione nel rispetto degli standards internazionali di descrizione archivistica ISAD (G) e ISAAR (CPF).

strumenti di ricerca
Inventario Archivio Famiglia Zauli Naldi (1141-sec. XX), a cura di Allegra Paci, 2007.


codice interno: 1427 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di 
Enrico Angiolini (Open Group), 2022

realizzato per 
Regione Emilia-Romagna
[L.R. 18/2000. Piano bibliotecario 2016. Intervento diretto]

Intervento redazionale a cura di
Regione Emilia-Romagna - Settore Patrimonio culturale, 2022