Archivi ER

Archivi ER - Sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia-Romagna

Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca delle Arti - Sezione di Musica e Spettacolo. Dipartimento delle Arti, Alma Mater Studiorum Università di Bologna
Via Barberia 4

40123 Bologna (Bologna)

tel: 0512092061

scrivi (Biblioteca sezione MuSpe)
scrivi (Curatrice Archivio De Berardinis)
sito web

responsabile: Gianmario Merizzi scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: Archivi ER > Inventari on line > Bologna > Struttura dell'inventario

Archivio Andrea Centazzo 1964 - 2021
  visualizza XML
con antecedenti dal 1949
vai al soggetto produttore: Andrea Centazzo

fondo
volumi 69, cartelle 559, fotografie 56, buste 3, unità documentarie 201

Il materiale comprende partiture originali, registrazioni sonore, filmati, testi, opere pittoriche, fotografie, rassegne stampa, programmi di sala, locandine, manifesti, materiale promozionale, scritti critici e costituisce la raccolta di testimonianze più ricca e completa disponibile sull’artista. 
espandi chiudi


Dato l’ampio spettro delle collaborazioni artistiche di Centazzo nell’ambito del jazz e più in generale della musica improvvisata, l’interesse della documentazione si allarga ad abbracciare una parte significativa della scena musicale italiana e internazionale a partire dai primi anni ‘70.
L’archivio continua ad arricchirsi di documenti periodicamente forniti dall'artista

criteri di ordinamento
Il fondo è suddiviso in 2 raggruppamenti principali che distinguono la documentazione su Centazzo e di Centazzo; l'ulteriore articolazione in 16 sezioni complessive è legata alla tipologia del supporto fisico e, in subordine alla tipologia di contenuto.
Gran parte dell’ordinamento è stato originariamente istituito dallo stesso Centazzo; in altri casi è intervenuto il curatore del fondo, dott. Gianmario Merizzi.

storia archivistica
Nel settembre del 2009 Andrea Centazzo ha donato alla Biblioteca oltre 600 volumi e audiovisivi di soggetto musicale provenienti dalla sua collezione personale. Gran parte dei volumi, dedicati in particolare al jazz e in generale alla vita musicale del Novecento, è stata integrata nelle sezioni tematiche della Biblioteca, una parte è invece andata a costituire un fondo specifico, dedicato alle percussioni (organologia, tecnica, repertorio), non incluso in questa descrizione archivistica.
A partire dal 2012, la donazione si è arricchita di un’ampia ed esclusiva documentazione dell’opera e della poliedrica attività di Centazzo come compositore, musicista, musicologo, produttore discografico, artista e videoartista.
La documentazione è stata catalogata nel Polo bibliotecario di Bologna e successivamente è stata descritta a livello di serie per completare le modalità di accesso e restituire del fondo una visione unitaria

condizioni che regolano l'accesso
Una parte della documentazione è al momento esclusa dalla libera consultazione per ragioni di privacy

strumenti di ricerca
Fondo e archivio Centazzo, a cura di Gianmario Merizzi
pagina dedicata nel sito della Biblioteca delle Arti UNIBO
https://arti.sba.unibo.it/it/chi-siamo/fondo-e-archivio-centazzo

strumenti di ricerca
[Fondo e Archivio Andrea Centazzo]
https://sol.unibo.it/SebinaOpac/resource/fondo-e-archivio-andrea-centazzo/UBO8024370?tabDoc=tabcontiene


codice interno: 1488 - 01

informazioni redazionali
Descrizione a cura di
Francesca Dragone (Scuola di Specializzazione in Beni musicali dell’Università di Bologna, tirocinante presso la Biblioteca delle Arti)

revisione a cura di 
Gianmario Merizzi

realizzate per
Biblioteca delle Arti, sezione di Musica e Spettacolo, Università di Bologna

Intervento redazionale a cura di
Regione Emilia-Romagna - Settore Patrimonio culturale. Area Biblioteche e Archivi, 2022