IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca Renzo Renzi della Fondazione Cineteca di Bologna
Piazzetta Pier Paolo Pasolini 3/b

40122 Bologna (BOLOGNA)

tel: 0512194843
(Reference)
0512195300
(Direzione)
fax: 0512194847

scrivi
sito web

responsabile: Anna Fiaccarini scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Bologna > Visualizzazione XML

Archivio Alessandro Blasetti

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00210-0000001" level="fonds">
    <did>
        <origination encodinganalog="ISAD 2 - 1 name of creator(s)">
            <persname authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0000134">Alessandro Blasetti</persname>
        </origination>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>509</extent>
            <genreform>fascicoli</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>223</extent>
            <genreform>volumi</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>9398</extent>
            <genreform>fotografie</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>56</extent>
            <genreform>pezzi</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>2</extent>
            <genreform>quaderni</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>1</extent>
            <genreform>album</genreform>
        </physdesc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">210 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio Alessandro Blasetti -
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="19170101-20021231">1917 - 2002</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <acqinfo encodinganalog="ISAD 2 - 4 immediate source of acquisition or transfer">
            <p>Il fondo Blasetti è stato acquisito dalla Cineteca di Bologna il 30 giugno 2005, tramite un accordo siglato con Mara Blasetti, figlia ed erede del regista</p>
        </acqinfo>
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>Il complesso archivistico è sempre stato conservato a Roma dal regista stesso e dalla sua erede, la figlia Mara.
Il trasferimento del complesso archivistico presso la Cineteca è avvenuto in tre fasi:
1. Copioni, corrispondenza, rassegna stampa e pellicole in 16 e 35 mm (2007)
2. Fotografie (9000 circa) e bozzetti di scena (2008)
3. Oggetti di scena, premi, brochure, locandine, manifesti riviste storiche e libri di cinema (2009)</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <arrangement encodinganalog="ISAD 3 - 4 system of arrangement">
            <p>La struttura dell'Archivio Blasetti è stata sostanzialmente organizzata seguendo l'ordine che il regista stesso, in stretta collaborazione con la figlia Mara, aveva già precostituito. Dai colloqui con Mara Blasetti è emerso infatti che la gestione dell'archivio era seguita direttamente dal regista, che dava indicazioni precise alla figlia su come organizzare e disporre fisicamente la documentazione. La conferma di questa precisa volontà organizzativa è venuta anche dal fatto che non solo i singoli raggruppamenti (serie e sottoserie) erano stati già impostati, ma anche le stesse unità archivistiche (fascicoli e volumi) sono risultate, nella quasi totalità dei casi, facilmente individuabili e descrivibili.
Il complesso documentario, così come è giunto alla momento del trasferimento presso la Cineteca, era organizzato in tre raggruppamenti che corrispondono sostanzialmente alla attuali serie dei <em>Copioni</em>, <em>Corrispondenza</em> e <em>Rassegna stampa</em>. All'interno di queste serie ulteriori partizioni erano state create - e sono state mantenute nella rappresentazione dell'inventario- per argomento (ad esempio le sottoserie <em>Regie cinematografiche</em>, <em>Regie televisive</em>, ecc. nell'ambito di <em>Copioni</em> e <em>Rassegna stampa</em>) o per modalità organizzativa (nella <em>Corrispondenza</em> parte dei fascicoli era organizzata cronologicamente, mentre un'altra parte era raccolta per corrispondente o argomento).
Su questa struttura portante (che raccoglie la parte quantitativamente più rilevante dell'archivio ) sono state inserite ex novo alcune serie:
- dalla <em>Rassegna stampa</em> sono stati estrapolati i documenti che ora costituiscono la serie <em>Bozze, relazioni, appunti di Alessandro Blasetti su interviste e scritti</em> in quanto si tratta di materiale manoscritto e dattiloscritto, prodotto da Alessandro Blasetti in occasione della stesura di scritti o relazioni;
- <em>Documenti personali, Articoli di critica teatrale e cinematografica, Scritti giovanili, Poesie, Documenti promozionali, Riconoscimenti e premi</em>: la documentazione relativa a queste serie è stata reperita in un secondo tempo, all'interno delle scatole in cui sono conservati gli oggetti. E' parso opportuno non inserire queste descrizioni all'interno delle serie documentarie della struttura d'archivio già ipotizzata (anche perché si trattava di documentazione sostanzialmente diversa), ma salvaguardare queste differenze descrivendo le unità in apposite serie distinte.

In alcune serie (<em>Copioni, Rassegna stampa, Documenti promozionali, Bozzetti</em>) si è scelto di raggruppare le unità archivistiche per titolo di film o produzione teatrale o televisiva, elencando poi i titoli in ordine cronologico di realizzazione.
Per ogni unità archivistica (fascicoli, volumi) è stato riportato il titolo, tra virgolette se originale, gli estremi cronologici (tra parentesi quadre se attribuiti o dedotti), la consistenza e la descrizione del contenuto quando non è stato ritenuto sufficientemente esplicativo il titolo stesso</p>
        </arrangement>
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>Nell'Archivio Blasetti si possono trovare i documenti conservati dal regista nel corso della sua lunga carriera. E' certamente prevalente la documentazione afferente all'attività professionale di Blasetti: dagli appunti preparatori relativi ai soggetti su cui lavorare, ai copioni e alle sceneggiature (spesso con stesure successive ricche di appunti e modifiche); dalla corrispondenza alla rassegna stampa sulle opere realizzate.
Sono presenti anche documenti relativi alle attività di Blasetti negli anni giovanili (poesie, articoli di critica teatrale) e una raccolta di documenti iconografici: bozzetti di scena e di costumi, disegni, brochures e locandine promozionali.
Completano il fondo una notevole raccolta di fotografie, alcune pellicole e una collezione di oggetti di scena e premi ricevuti.

Come in molti altri archivi di personalità e anche in considerazione della scelta che è stata effettuata di salvaguardare l'ordinamento originario dato dal regista alle sue carte, anche in quest'archivio è possibile trovare nei fascicoli documentazione, per così dire, inaspettata: quindi così com'è incauto cercare un confine fra la corrispondenza personale e quella professionale, è possibile trovare, ad esempio, lettere conservate in fascicoli diversi da quelli della serie <em>Corrispondenza</em> e documentazione promozionale frammista ai ritagli stampa</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 4 conditions of access and use area">
        <phystech encodinganalog="ISAD 4 - 4 physical characteristics and technical requirements">
            <note>
                <p>Durante le operazioni di riordino, la documentazione è stata oggetto di intervento di ricondizionamento, utilizzando fascicoli di carta non acida e fogli di carta velina per raccogliere i documenti che erano legati tra loro da graffette o spilli</p>
            </note>
        </phystech>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 5 allied materials area">
        <bibliography encodinganalog="ISAD 5 - 4 publication note">
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>1982</date>
                    <geogname>Bari</geogname>
                    <publisher>Edizioni Dedalo</publisher>
                </imprint>
                <persname role="autore">Blasetti Alessandro</persname>
                <persname role="curatore">Prono, Franco</persname>
                <title>Il cinema che ho vissuto</title>
            </bibref>
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>2002</date>
                    <geogname>Roma</geogname>
                    <publisher>Gangemi</publisher>
                </imprint>
                <title>Alessandro Blasetti: il mestiere del cinema</title>
            </bibref>
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>1982</date>
                    <geogname>Venezia</geogname>
                    <publisher>Marsilio</publisher>
                </imprint>
                <persname role="autore">Blasetti Alessandro</persname>
                <persname role="curatore">Apra Adriano</persname>
                <title>Scritti sul cinema</title>
            </bibref>
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>1989</date>
                    <geogname>Roma</geogname>
                    <publisher>Gremese</publisher>
                </imprint>
                <persname role="autore">Verdone Luca</persname>
                <title>I film di Alessandro Blasetti</title>
            </bibref>
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>1990</date>
                    <geogname>Bulzoni</geogname>
                    <publisher>Roma</publisher>
                </imprint>
                <persname role="autore">Micheli Paola</persname>
                <title>Il cinema di Blasetti, parlo cosi... : un'analisi linguistica dei film (1929-1942)</title>
            </bibref>
            <bibref>
                <title>www.cinetecadibologna.it/biblioteca/patrimonioarchivistico/blasetti</title>
            </bibref>
        </bibliography>
    </descgrp>
</c>