Archivi ER

Archivi ER - Sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia-Romagna

Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Conselice
Via Garibaldi 12

48017 Conselice (RAVENNA)

tel: 0545986928
(Biblioteca comunale)
0545986930
(Responsabile Archivio storico)

scrivi (Biblioteca comunale)
clicca qui per pec

sito web

responsabile: Mara Martelli scrivi

Affidamento funzioni di fruizione a Biblioteca comunale
Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: Archivi ER > Inventari on line > Conselice > Visualizzazione XML

Archivio dell'Opera nazionale maternità e infanzia - Comitato comunale di Conselice

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00343-0000001" level="fonds">
    <did>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>5</extent>
            <genreform>registri</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>38</extent>
            <genreform>fascicoli</genreform>
        </physdesc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">343 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio dell'Opera nazionale maternità e infanzia - Comitato comunale di Conselice
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="19410101-19761231">1941 - 1976</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <bioghist encodinganalog="ISAD 2 - 2 administrative - biographical history">
            <p>L'Opera nazionale maternità e infanzia fu istituita con la legge 10 dicembre 1925, n. 2277, che la qualificava come ente morale e ne stabiliva gli scopi: protezione ed assistenza delle gestanti e delle madri bisognose o abbandonate, dei bambini fino al quinto anno di età appartenenti a famiglie bisognose e dei minori materialmente e moralmente abbandonati. Inoltre era tenuta a favorire la diffusione delle norme e dei metodi scientifici di igiene prenatale, anche mediante l'istituzione di ambulatori per la sorveglianza e la cura delle donne gestanti e di scuole teorico-pratiche di puericultura.
L'ONMI era retta da un Consiglio centrale nazionale, il cui Presidente era proposto dal Ministro per la sanità.
In sede periferica i compiti dell'Opera erano attuati in ogni provincia dalla Federazione provinciale, che aveva sede nel comune di capoluogo e della quale facevano parte l'amministrazione provinciale, i comuni e le istituzioni pubbliche e private, che a norma di legge o dei rispettivi statuti fossero tenute all'assistenza delle madri e degli infanti.
In ogni comune la Federazione provinciale esplicava i propri compiti tramite un Comitato di patronato composto: dal Sindaco, da tre consiglieri comunali, da due membri designati dalla Federazione provinciale dell'ONMI, da due esperti di assistenza sociale designati dal Consiglio comunale, dal Presidente dell'ECA, dall'Ufficiale sanitario del comune, da un ispettore scolastico, dal Presidente del patronato scolastico, da un sacerdote e da un medico esperto in materia di assistenza.
L'attuazione concreta delle finalità dell'ONMI era svolta dai Comitati di patronato in appositi centri di assistenza sociale: consultorio materno e pediatrico, asilo nido, refettorio materno, ambulatorio. Tale attività era svolta da personale dipendente dall'ONMI.
L'ONMI fu soppressa in base alla L. 698 del 23 dicembre 1975, che trasferiva alle regioni le funzioni in materia di assistenza e protezione della maternità e dell'infanzia.</p>
        </bioghist>
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>Non avendo notizie precise della storia archivistica di questo Archivio, possiamo soltanto riferire che ha seguito nel tempo le vicende dell'Archivio Comunale di Conselice.
Il 20 aprile 2004 la Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna autorizzava il trasferimento dell'Archivio storico dal terzo piano dello stabile comunale al fabbricato vicino al Palazzo comunale, inaugurato nel 2001.
Successivamente, la documentazione comunale fino al 1897 e con essa quella degli archivi aggregati venivano trasferiti presso i locali restaurati.
Una parte dell'Archivio Storico Comunale e di alcuni archivi aggregati (Opera pia Jus Pascendi, Opera Pia Tarlazzi, ONMI, Patronato scolastico di Conselice, UNRRA) sono oggi conservati nel sottotetto del Palazzo Comunale, sede anche dell'Archivio di Deposito.
Sempre nel 2004, venivano redatti un <em>Elenco di consistenza</em> e un <em>Elenco topografico </em>dell'Archivio comunale, aggiornati successivamente nel 2009; questi riportano estremi cronologici, consistenze e collocazione anche dell'Archivio dell' ONMI di Conselice.
La documentazione dell'Archivio Comunale è stato più volte oggetto di scarti, dai quali è sempre stata esclusa quella appartenente all'ONMI</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <arrangement encodinganalog="ISAD 3 - 4 system of arrangement">
            <p>L'Archivio dell'ONMI di Conselice è costituito da 6 buste, conservate nell'Archivio di deposito del Comune.
Il lavoro di inventariazione analizza le unità archivistiche (registri e fascicoli) costituenti le sette serie del Fondo, individuandone titolo (tra virgolette se originale), estremi cronologici (tra parentesi tonde se attribuiti), consistenza, collocazione.</p>
        </arrangement>
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>Il fondo raccoglie la documentazione afferente ai servizi di assistenza alle madri e ai bambini gestiti dal Comitato patronale dell'ONMI di Conselice, tra il 1941 e il 1976; si conservano all'interno dell'Archivio: carteggio, prevalentemente con il Comitato provinciale di Ravenna dell'ONMI; documentazione relativa ai servizi di consultorio materno e pediatrico, asilo nido, refettorio materno, ambulatorio e colonie; documentazione contabile; inventari dei beni</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
</c>