IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Archivio storico comunale di Carpi
Piazzale Re Astolfo 1
41012 Carpi (MODENA)

tel: 059649959
059649960
fax: 059649976

scrivi
sito web (Sezione dedicata all'interno del sito del Palazzo dei Pio)
sito web (SIA.MO Sistema Informativo Archivistico Modenese)

responsabile: Giovanni Gnoli scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Carpi > Visualizzazione XML

Archivio del Consorzio scolo Cavata orientale (Carpi)

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00739-0000001" level="fonds">
    <did>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>3</extent>
            <genreform>buste</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>3</extent>
            <genreform>registri</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>1</extent>
            <genreform>pacco</genreform>
        </physdesc>
        <physloc>Deposito periferico 1</physloc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">0739 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio del Consorzio scolo Cavata orientale (Carpi)
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="18950101-19301231">1895 - 1930</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <bioghist encodinganalog="ISAD 2 - 2 administrative - biographical history">
            <p>Il consorzio Consorzio scolo cavata orientale nacque per l'esigenza di bonificare il territorio in seguito all'emanazione delle leggi sui lavori pubblici e sulla creazione dei consorzi. Più particolarmente l'art. 657 del condice civile del 1865 stabiliva che «coloro che hanno interesse comune nella derivazione e nell'uso dell'acqua o nella bonificazione o nel prosciugamento dei terreni, possono riunirsi in Consorzi, al fine di provvedere all'esercizio, alla conservazione e alla difesa dei loro diritti ...». Particolare attenzione ai problemi dell'irrigazione, fu dedicata dalla legislazione successiva al 1865, che oltre a favorire la nascita di numerosi Consorzi d'irrigazione a carattere privato, riconobbe, con l'emanazione di numerose leggi, l'esistenza di un interesse generale nel settore delle acque (da quella del 29 maggio 1873 al R.D. 13 agosto 1926 n°1907).</p>
        </bioghist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>- Atti 1895-1921, 3 buste;
- Verbali del consiglio di amministrazione 1896-1930, 1 registro;
- Verbali dell'assemblea 1895-1930, 1 registro;
- Protocollo 1895-1929, 1 registro;
- Catasto 1920 ca., 1 pacco.</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
</c>