IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Calestano
Via Mazzini 16

43030 Calestano (PARMA)

tel: 052552121
(centralino)
fax: 0525528105

scrivi
sito web

responsabile: Federica Benedetto scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Calestano > Visualizzazione XML

Archivio dell'Ente comunale di assistenza di Calestano

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00972-0000000" level="fonds">
    <did>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>24</extent>
            <genreform>buste</genreform>
        </physdesc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code" identifier="AS00972" label="Comune di Mirandola" repositorycode="ER-IBC">972 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio dell'Ente comunale di assistenza di Calestano
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="19130101-19781231">
                <emph>con antecedenti dal 1913</emph>1937 - 1978
            </unitdate>        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <bioghist encodinganalog="ISAD 2 - 2 administrative - biographical history">
            <p>L'ECA fu istituito a seguito del riordino legislativo delle competenze assistenziali dei comuni già affidate alle Congregazioni di carità con Legge 3 giugno 1937, n. 847. L'Ente comunale di assistenza di Calestano cominciò verosimilmente da subito la sua attività, rivolta principalmente all'erogazione di sussidi in beni e in denaro ai poveri e alla somministrazione dei contributi alle famiglie in difficoltà. Anche l'ECA di Calestano ha visto cessare la propria attività, e attribuire al Comune le sue funzioni, i suoi beni e i suoi rapporti patrimoniali ancora in essere, in applicazione dell'art. 25 del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, con i conseguenti adempimenti compiuti dal Comitato amministrativo ancora in carica, come da L.R. 17 febbraio 1978, n. 10.</p>
        </bioghist>
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>L'archivio dell'Ente comunale di assistenza è sempre stato conservato dal Comune presso la sede municipale, in appositi locali ubicati all'ultimo piano dell'edificio, restaurati e messi a norma nel 2006. Ha subito negli anni alcuni spostamenti a seguito del cambiamento di sede degli uffici comunali: tra il 1975 e il 1981 l'amministrazione infatti si trasferì temporaneamente presso i locali della scuola, per rientrare nella propria sede definitivamente nel 1981.
Nel 1993 è stato oggetto di un primo intervento archivistico di riordino ed inventariazione ad opera di Erminio Furlotti (ArBiMus), conclusosi con la redazione di un "Elenco di consistenza dell'archivio del Comune di Calestano". Il Comune di Calestano faceva parte della Comunità Montana Appennino Parma Est, che con delibera di giunta comunitaria n. 68 del 26/04/2004 ha approvato un progetto per la gestione associata degli archivi storici dei comuni ad essa appartenenti. Nel 2007, è stato realizzato un intervento di riordino ed inventariazione a cura di Franca Manzini.</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>L'Archivio dell'ente conserva una buona parte della documentazione relativa alla gestione contabile, come bilanci di previsione e atti contabili, ed alla gestione amministrativa, rispecchiando fedelmente l'attività di assistenza ordinaria, postbellica e per calamità straordinarie, compiuta fino alla soppressione dell'ente stesso.</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
</c>