IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l'economia sociale
Via Mentana 2

40126 Bologna (BOLOGNA)

tel: 051231313
fax: 0516561934

scrivi
sito web

responsabile: Elena Romagnoli scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Bologna > Visualizzazione XML

Archivio della Coop Ferrara

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS01298-0000001" level="fonds">
    <did>
        <origination encodinganalog="ISAD 2 - 1 name of creator(s)">
            <corpname authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0000815">Coop Ferrara</corpname>
        </origination>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>65</extent>
            <genreform>registri</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>62</extent>
            <genreform>fascicoli</genreform>
        </physdesc>
        <unitid encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">1298 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio della Coop Ferrara
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="19310101-19891231">1931 - 1989</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>Il fondo archivistico di Coop Ferrara è stato conservato fino al 1989 presso le sedi della cooperativa ossia dapprima in Piazzetta Enrico Toti 5 e poi in viale Krasnodar 25 a Ferrara. Con la cessazione della sua attività in seguito alla fusione con Coop Modena, e la conseguente nascita di Coop Estense, la documentazione è stata trasferita da Ferrara a Modena presso la sede della nuova società in Viale Virgilio 20. In occasione del presente intervento di riordino ed inventariazione, essa è stata trasportata dai locali dell'archivio di deposito, posto nel piano interrato dell'edificio, dove si trovava, in una stanza al 6° piano, appositamente attrezzata e destinata esclusivamente alla sua conservazione e consultazione. Prima dell'attuale intervento, l'archivio di Coop Ferrara non era mai stato oggetto di inventariazione.
L'intero corpus documentario è stato depositato nel 2016 a Bologna, presso il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale, che ne cura ora la conservazione e la consultazione.</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <arrangement encodinganalog="ISAD 3 - 4 system of arrangement">
            <p>L'intervento di riordino ed inventariazione è stato realizzato in più fasi di lavoro così articolate: una preliminare indagine generale sulla documentazione, seguita dalla schedatura delle unità archivistiche, finalizzata al recupero delle informazioni necessarie alla formulazione di un'ipotesi di struttura archivistica da attribuire alle carte; successivamente, l'individuazione e la ricomposizione delle diverse serie, accompagnata dal riordino in sequenza cronologica delle singole unità, dopo averne verificata e talvolta aggiornata la datazione; infine, la descrizione inventariale realizzata nel rispetto degli standards internazionali di descrizione archivistica ISAD (G) e ISAAR (CPF). La struttura risulta composta di 14 serie archivistiche, una delle quali è a sua volta strutturata in sottoserie ("Cooperative associate"); la descrizione inventariale arriva sempre al livello dell'unità (fascicolo o registro).</p>
        </arrangement>
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>L'archivio storico di Coop Ferrara conserva la documentazione relativa all'attività della cooperativa a partire dal 1970, anno della sua fondazione, fino al 1989, anno della sua fusione con Coop Modena. La presenza di documentazione anteriore al 1970 va ricondotta al processo di accorpamenti e fusioni fra le diverse cooperative della provincia, attraverso il quale si giunse alla costituzione di una sola grande cooperativa di consumo: le cooperative che si fusero per dar vita a Coop Ferrara depositarono nell'archivio di questa i propri registri e fascicoli, i cui estremi cronologici giustificano quelli del fondo archivistico. Il fondo è costituito da 14 serie archivistiche che naturalmente rispecchiano la struttura amministrativa della cooperativa e nel contempo l'attività svolta, espressione delle finalità statutarie. Vi si trovano infatti conservati i registri dei verbali delle sedute degli organi di gestione (Consiglio di Amministrazione, Collegio sindacale, Assemblea dei soci e Comitato esecutivo); i documenti attinenti alla contabilità, esito della gestione economica della cooperativa; un ricco carteggio generale e i materiali delle cooperative che fondendosi hanno dato vita alla società.</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 5 allied materials area">
        <bibliography encodinganalog="ISAD 5 - 4 publication note">
            <bibref>
                <imprint>
                    <date>1982</date>
                    <geogname>Bologna</geogname>
                    <publisher>Clueb</publisher>
                </imprint>
                <persname role="autore">Remondini Anna Rosa</persname>
                <title>La cooperazione di consumo nella provincia di Ferrara dalle origini al 1972</title>
            </bibref>
        </bibliography>
    </descgrp>
</c>