IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Biblioteca comunale 8 marzo 1908 di Ozzano dell'Emilia
Piazza Allende 18

40064 Ozzano dell'Emilia (BOLOGNA)

tel: 051790130
fax: 0516521365

scrivi
scrivi
sito web

responsabile: Aurora Salomoni scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Archivi > Biblioteca comunale 8 marzo 1908 di Ozzano dell'Emilia > Archivio della Congregazione di carità di Ozzano dell'Emilia

Archivio della Congregazione di carità di Ozzano dell'Emilia     1863-1937

espandi chiudi
consistenza
  • 2 metri lineari complessivi stimati
  • 37 pezzi (buste, registri, mazzi, etc.) 
descrizione
  • Il fondo si compone della documentazione prodotta dalla Congregazione di carità di Ozzano dell'Emilia nello svolgimento delle proprie attività d'assistenza e beneficenza nel territorio comunale dal 1863, anno della sua istituzione (deliberazione del Consiglio comunale del 19 gennaio 1863, in base alla legge del 3 ago. 1862, n. 753), fino al 1937, anno della sua soppressione a seguito dell'istituzione dell'Ente comunale di assistenza (ECA; legge del 3 giu. 1937, n. 847).
    Le attività principali svolte dalla Congregazione di Ozzano dell'Emilia erano la distribuzione di sussidi alimentari e in denaro ai poveri e l'organizzazione di colonie marine per fanciulli poveri e malati del territorio comunale. Non risulta che amministrasse direttamente nessuna opera pia o legato.
    Nel territorio di Ozzano erano testimoniati i legati Ghini (istituito in data incerta, 1755 o 1862) e Bortolotti (istituito nel 1832), rispettivamente di elemosina ai poveri della parrocchia di S. Cristoforo e di elargizione dotali per zitelle della parrocchia di Prunaro. Tali legati erano stati sempre amministrati da quelle parrocchie, nonostante alcune proposte, mai approvate, di un loro concentramento nella Congregazione locale o in quella di Budrio. Altri legati, di cui non si hanno notizie specifiche, come il Cumulo Cospi, il Legato Scarani e il Patrimonio sacro Dondarini furono, invece, concentrati nella Congregazione di carità di Bologna.
    Gli unici documenti relativi all'attività ottocentesca della Congregazione sono due repertori di atti del 1888-1891 e una memoria dei consiglieri in carica dal 1891 (conservata fra gli "Atti e corrispondenza" del 1905-1926).
    La restante documentazione si riferisce al XX secolo, con continuità e completezza solo per gli anni 1927-1937, proprio a partire dal periodo in cui la Congregazione fu ricostituita, in base al R.D. del 30 dic. 1923, n. 2841, dotata di un nuovo statuto (scritto nel 1927-1929 e approvato dal Ministero dell'Interno nel 1930) e arricchita del fondo "Produttori grano di Ozzano" (lascito del 1927). La parte di documentazione più numerosa è quella contabile: bilanci preventivi, conti consuntivi con allegati e libri mastri.
    Fra gli allegati ai conti consuntivi si ritrovano mandati, ricevute, delibere di approvazioni di spese, corrispondenza, prospetti di erogazione di sussidi, ecc..
conservato presso: Biblioteca comunale 8 marzo 1908 di Ozzano dell'Emilia    da: 2002

strumenti di ricerca

espandi chiudi

dati aggiornati al 31/12/2013

espandi chiudi
aggiornamento a cura di
  • Biblioteca comunale 8 marzo 1908 di Ozzano dell'Emilia
verifica a cura di
  • Servizio Cultura e Pari opportunità della Provincia di Bologna
validazione a cura di
  • IBC-Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna