IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Museo storico minerario Sulphur di Perticara
Via Montecchio 20
Loc. Perticara
47863 Novafeltria (RIMINI)

tel: 0541927576
fax: 0541927576

scrivi
sito web

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Archivi > Museo storico minerario Sulphur di Perticara > Archivio della miniera di Perticara

Archivio della miniera di Perticara     1860-1972

espandi chiudi
consistenza
  • 1483 pezzi (buste, registri, mazzi, etc.) 
descrizione
  • Il complesso (buste 39, registri 84, volumi 166, quaderno 1, fascicoli 110, cartelle 24, mazzi 16, mappe 836, disegni 207) comprende la documentazione relativa alla gestione della miniera di zolfo da parte della Montecatini relativamente al periodo 1917-1964, con documenti dal 1860 e seguiti al 1972.
    Si conserva il materiale relativo agli organi direttivi, mappe e disegni prodotti dall'Ufficio Tecnico, documentazione relativa alla gestione contabile, dei magazzini e del personale.
    E' presente inoltre la documentazione del medico di miniera, incaricato della cura della salute dei dipendenti, e gli archivi di enti, alcuni anche risalenti all'Ottocento, la cui attività era storicamente collegata alla vita della miniera in quanto così funzionava il sistema paternalistico della Montecatini, ovvero la Cooperativa di consumo fra il personale delle miniere di Perticara e Marazzana, la Cassa di mutuo soccorso fra gli operai delle miniere di Perticara Marazzana e ricerche dipendenti, la Banda musicale minatori Perticara e la Società del carnevale in miniera Perticara. Si tratta di strutture che funzionavano con i finanziamenti della Società come espressione del welfare aziendale.
    La Montecatini, avendo ereditato una miniera già in attività e di cui si hanno notizie già dal XV secolo, ha acquisito pertanto anche la documentazione delle precedenti amministrazioni in particolare quella della Società anonima miniere solfuree Trezza-Albani-Romagna che l'ha gestita tra il 1904 e il 1917.
    Il materiale ottocentesco è invece soprattutto materiale cartografico facente parte del corpus di mappe e disegni della miniera.
    Le serie sono estremamente lacunose e comprendono soltanto una parte di ciò che originariamente era l'archivio dell'ente a causa di asportazioni e dispersioni che si sono verificate in particolare dopo la chiusura dell'attività della miniera, tra cui una parte del materiale che sembrerebbe stato sottratto e portato a Milano negli uffici della ex società.
conservato presso: Museo storico minerario Sulphur di Perticara    da: sec. XX seconda metà

dati aggiornati al 31/12/2013

espandi chiudi
aggiornamento a cura di
  • Museo storico minerario Sulphur di Perticara
validazione a cura di
  • IBC-Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna