Archivi ER

Archivi ER - Sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia-Romagna

Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Maranello
Piazza Libertà 33

41053 Maranello (MODENA)

tel: 0536240011
(Centralino)
0536240028
(Biblioteca Mabic)
fax: 0536942263

scrivi
sito web (Comune di Maranello - Mabic)

responsabile: Monica Teresa Campioli scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: Archivi ER > Inventari on line > Maranello > Visualizzazione XML

Archivio dell'Opera pia Ing. Carlo Stradi (Maranello)

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00351-0000001" level="fonds">
    <did>
        <origination encodinganalog="ISAD 2 - 1 name of creator(s)">
            <corpname authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0000206">Comune di Maranello</corpname>
            <corpname authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0001452">Opera pia Ing. Carlo Stradi (Maranello)</corpname>
            <name authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0000206">Comune di Maranello</name>
            <name authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0001452">Opera pia Ing. Carlo Stradi (Maranello)</name>
        </origination>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>90</extent>
            <genreform>registri</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>196</extent>
            <genreform>fascicoli</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>26</extent>
            <genreform>cartella</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>1</extent>
            <genreform>quaderno</genreform>
        </physdesc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">351 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio dell'Opera pia Ing. Carlo Stradi (Maranello)
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="18830101-19811231">1883 - 1981</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <acqinfo encodinganalog="ISAD 2 - 4 immediate source of acquisition or transfer">
            <p>Con lettera n. 1102 datata 5 febbraio 2006, l'Opera Pia Ing. Carlo Stradi di Maranello ha chiesto di depositare presso l'Archivio comunale di Maranello il proprio archivio storico, e la Soprintendenza Archivistica per l'Emilia Romagna con lettera n. 87 del 9 gennaio 2007, registrata al Protocollo del Comune di Maranello n. 711 del 13 gennaio 2007, ha autorizzato tale deposito, la cui accettazione è stata poi formalizzata dalla delibera della Giunta comunale n. 81 in data 13 maggio 2008.
Il trasferimento ha avuto luogo a seguito di una convenzione stipulata fra i due enti (19 maggio 2008 Rep. 6074) con la quale il Comune di Maranello si è impegnato a conservare i documenti depositati in maniera idonea e a preservarli dal pericolo di sottrazione, distruzione o danneggiamento.</p>
        </acqinfo>
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>L'archivio dell'Opera Pia Ing. Carlo Stradi è stato conservato dapprima dal Comune di Maranello e dall'Opera pia successivamente: non è dato di sapere se le carte sono state sempre archiviate presso l'ufficio presente nei locali dell'ospizio o se vi è stato un periodo in cui esse si trovavano fisicamente collocate presso la sede municipale; altresì non è stato possibile accertare, qualora fosse valida la seconda ipotesi, una data in cui sia avvenuta la separazione (1935 - anno in cui viene avviata la "Gestione Stradi" con la nomina di un Commissario Prefettizio ad essa dedicato, o 1952 - anno in cui nasce l'ente Opera Pia Ing. Carlo Stradi).
Considerato lo stato in cui l'archivio è giunto fino ad oggi, è lecito pensare che esso abbia subito numerose dispersioni da attribuirsi agli eventi bellici del secondo conflitto mondiale, alle ristrutturazioni subite dall'edificio, alla continua necessità di spazio che può aver sacrificato la documentazione, alla mancanza di una cultura della conservazione delle carte e infine all'incuria.
Il fondo risulta composto di due nuclei: il primo è quello relativo alla gestione dell'ospizio, ed il secondo comprende invece le carte appartenute all'ing. Carlo Stradi, entrate a far parte del patrimonio dell'ente insieme ai beni provenienti dal lascito.</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <arrangement encodinganalog="ISAD 3 - 4 system of arrangement">
            <p>L'attuale intervento di riordino ed inventariazione dell'archivio storico del Opera Pia Ing. Carlo Stradi è stato realizzato procedendo mediante una preliminare indagine generale sulla documentazione, supportata dall'approfondimento della storia dell'ente condotto sulle carte dell'archivio storico comunale. Successivamente è stato possibile individuare all'interno del fondo sia le serie archivistiche attraverso le quali era stata articolata la gestione delle diverse funzioni dell'istituto, sia la presenza di un subfondo costituito dalle carte appartenute all'ing. Stradi, anch'esso, a sua volta, strutturato in serie.
Merita evidenziare come le carte in origine prodotte dall'ing. Stradi siano spesso presenti anche all'interno dei fascicoli risultanti dall'attività della casa di riposo: esse sono state estrapolate ed utilizzate dall'amministrazione dell'ospizio per ragioni di gestione dei beni (rinnovo di contratti, recupero di crediti, stima degli immobili, etc.) ed in seguito archiviate unitamente alle proprie carte (cfr. intra le serie Carteggio classificato degli atti amministrativi, Carteggio non classificato degli atti amministrativi e Affitti). Della loro presenza si è data notizia all'interno delle diverse serie archivistiche.
Le singole unità archivistiche pertinenti a ciascuna serie (fascicolo, registro o busta), sono state ordinate cronologicamente, dopo aver verificata e talvolta aggiornata la datazione, e numerate sempre a partire da 1. I fascicoli rinvenuti sciolti sono stati quasi totalmente inseriti nelle serie di appartenenza, tranne i pochi che sono andati a comporre la "Miscellanea".</p>
        </arrangement>
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>Il fondo archivistico dell'Opera Pia Ing. Carlo Stradi comprende sia la documentazione relativa all'amministrazione del ricco patrimonio oggetto del lascito dell'ing. Carlo Stradi sia alla gestione della casa di riposo nata per volontà del testatore. Oltre ai documenti espressi dagli organi di gestione (in un primo tempo Commissario Prefettizio, poi Consiglio di Amministrazione), abbiamo infatti le carte inerenti alla cura dei beni immobili (case e terreni) concessi in affitto e alle diverse alienazioni attivate al fine di recuperare liquidità e semplificare il lavoro dell'ente, e insieme quelle strettamente connesse alla sua finalità principale, ossia il ricovero, l'assistenza medica e il mantenimento gratuito di poveri anziani. Sono inoltre presenti i documenti inerenti alla contabilità ed il carteggio degli atti amministrativi che tocca tutti gli aspetti della vita dell'istituto. Infine, una piccola raccolta miscellanea riunisce le carte rinvenute sciolte e non riconducibili alle serie inventariali individuate e descritte. All'interno del fondo si distingue un subfondo, di esigua consistenza, costituito da ciò che è rimasto dell'originario archivio privato dell'ing. Carlo Stradi.</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
</c>