Archivi ER

Archivi ER - Sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia-Romagna

Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Bagnara di Romagna
Piazza Marconi 2

48010 Bagnara di Romagna (RAVENNA)

tel: 0545905503
(Ufficio Segreteria)
fax: 054576636

scrivi
clicca qui per pec

sito web

responsabile: Michele Bentini scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: Archivi ER > La didattica in archivio > Comune di Bagnara di Romagna > Visualizzazione XML

<?xml version="1.0" encoding="ISO-8859-1"?>
<!DOCTYPE c PUBLIC "+//ISBN 1-931666-00-8//DTD ead.dtd (Encoded Archival Description (EAD) Version 2002)//EN" "ftp://ftp.loc.gov/pub/ead/ead.dtd">
<c id="IT-ER-IBC-AS00798-0000001" level="fonds">
    <did>
        <origination encodinganalog="ISAD 2 - 1 name of creator(s)">
            <corpname authfilenumber="IT-ER-IBC-SP00001-0002540">Podesteria di Bagnara</corpname>
        </origination>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>3</extent>
            <genreform>registri</genreform>
        </physdesc>
        <physdesc encodinganalog="ISAD 1 - 5 extent and medium of the unit of description">
            <extent>34</extent>
            <genreform>fascicoli</genreform>
        </physdesc>
        <unitid countrycode="IT" encodinganalog="ISAD 1 - 1 reference code">798 - 001</unitid>
        <unittitle encodinganalog="ISAD 1 - 2 title">Archivio della Podesteria di Bagnara
            <unitdate encodinganalog="ISAD 1 - 3 date(s)" normal="18290101-18311231">1829 - 1831</unitdate>
        </unittitle>
    </did>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 2 context area">
        <custodhist encodinganalog="ISAD 2 - 3 archival history">
            <p>La commistione fra i due carteggi - quello amministrativo generale del Comune di Bagnara e quello della Podesteria - operata nel corso dei precedenti riordini (principalmente quello del 1973), fu probabilmente dovuta al fatto che l'organizzazione della documentazione era la stessa, che le carte di fascicolazione e le minute prodotte presentano gli stessi elementi estrinseci, come la calligrafia, le segnature e la distribuzione degli elementi all'interno del foglio, e che per questi tre anni gli "attori" furono gli stessi: il "facente funzioni di Podestà" era il Priore di Bagnara, mentre l'Aggiunto municipale risultava essere il "facente funzioni di Priore".
Colui che si occupa della protocollazione dei documenti (il Segretario comunale), peraltro, era lo stesso: oltre che dalla grafia si veda come il Protocollo della Podesteria relativo al 1830 sia rilegato all'interno del Protocollo della Magistratura di Bagnara per lo stesso anno.
Ora i due carteggi sono stati distinti, verificando i numeri di protocollo di ogni carta sui registri disponibili.</p>
        </custodhist>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 3 content and structure area">
        <arrangement encodinganalog="ISAD 3 - 4 system of arrangement">
            <p>La ricostituzione delle unità è stata possibile sulla base dei registri di protocollo, verificandone la segnatura su ogni singola carta, riuscendo così ad attribuirla al proprio nucleo documentario.
Qualche carta di fascicolazione si trovava nella busta ex-14 bis, all'interno della quale erano state raggruppate quelle relative agli anni '20 e '30 del sec. XIX costituite da "Fogli di famiglia", riutilizzati per quel secondo impiego.</p>
        </arrangement>
        <scopecontent encodinganalog="ISAD 3 - 1 scope and content">
            <p>L'attività della Podesteria di Bagnara - istituita dal motuproprio 21 dicembre 1827 ed abolita dalla notificazione 30 marzo 1831 - è in qualche modo documentata dal carteggio conservato in archivio, le cui pratiche mostrano parzialmente le funzioni, principalmente di Polizia, ad essa attribuite e le attività effettuate nel corso della sua breve istituzione.
Trasmissione di rapporti di polizia e raccolta di informazioni "politiche e morali", disposizioni e rilascio di passaporti per recarsi in altre città, raccolta denuncie e ricorsi per furti e mantenimento dell'ordine pubblico, rilascio licenze da caccia coll'archibugio e disposizioni sull'uso delle armi, organizzazione della forza pubblica, come in occasione di feste e fiere, controllo sui decessi, dei vagabondi e delle "persone sospette", controllo del patrimonio demaniale, vigilanza sugli osti, disposizioni di polizia sanitaria (es. per il manifestarsi di malattie infettive), corrispondenza con il Governatore di Castel Bolognese.
La sua breve vita non ha consentito però lo stabilizzarsi di cariche rimaste così provvisorie: il "facente funzioni di Podestà" era il Priore di Bagnara, mentre l'Aggiunto municipale risultava essere il "facente funzioni di Priore".
Proprio per la provvisorietà dell'incarico attribuito al Priore "facente funzioni", oltre che per il lavoro perlopiù di "ufficio" che ha assunto in questo Comune, nella denominazione di questo aggregato si è preferito utilizzare "Podesteria" anziché quello di "Podestà".</p>
        </scopecontent>
    </descgrp>
    <descgrp encodinganalog="ISAD 5 allied materials area">
        <relatedmaterial encodinganalog="ISAD 5 - 3 related units of description">
            <p>Presso la Sezione di Archivio di Stato di Faenza è conservata documentazione relativa alla Podesteria di Bagnara:
Complesso documentario: Archivio della Pretura di Castelbolognese - 1. Atti civili
Unità: Podesteria di Bagnara (1829-1831), mz. 1 (già b. 16) - "Atti civili superiori a scudi 5 e non maggiori dei scudi 15 per gli anni 1829 - 1830 - 1831", fascc. 34
La documentazione riguarda diverse cause civili relative a cittadini domiciliati nel territorio di Bagnara di Romagna
Inventario: Inventario degli Archivi delle Preture di Faenza, Modigliana, Casola Valsenio, Brisighella e Castel Bolognese (1931).</p>
        </relatedmaterial>
    </descgrp>
</c>