IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Progetto ArchiviaMo
Progetto Archiviamo leggi
IBC Archivi si aggiorna
Il sistema informativo partecipato degli archivi storici in Emilia Romagna
IBC Archivi leggi
Io amo i beni culturali
A Bologna un seminario sugli esiti della III edizione del Concorso
Io amo i beni culturali leggi
 
Ti trovi in: IBC Archivi

Presentazione

Fiera del libro per ragazzi, Bologna, 1992: Miquel Obiols, Carme Solé Vendrell, Collection "Iris", Barcelona, Aura Comunicaciòn, tratta dalla rivista "IBC", XV, 2007, 3, versione on line IBC archivi è un'iniziativa dell'Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna, sviluppata dal servizio di Soprintendenza per i beni librari e documentari, e finalizzata alla creazione, gestione e pubblicazione in rete di risorse informative relative agli archivi storici emiliano-romagnoli e agli istituti ed enti che li conservano.
espandi chiudi

Il progetto riguarda gli archivi storici di interesse locale appartenenti o conservati per lo più dagli enti locali, comuni e province del territorio regionale. Può però essere esteso a soggetti diversi, pubblici e privati, mediante la formalizzazione di accordi specifici (vedi la pagina IL PROGETTO - obiettivi). In vista della massima diffusione delle informazioni e della loro integrazione con le risorse della rete, IBC archivi adotta standard e protocolli di comunicazione che consentono lo scambio di dati e l'interoperabilità con altri software e sistemi informativi (vedi la pagina IL PROGETTO - caratteristiche tecniche). Il portale già oggi integra informazioni di diversa provenienza:

• dati elaborati con il software Sesamo e con il software XDams, a seguito degli interventi di inventariazione programmati dall'Istituto per i beni culturali sul patrimonio archivistico conservato dagli enti locali e da istituti culturali convenzionati;

• dati provenienti dalla piattaforma CAStE-R, attraverso cui l'Istituto per i beni culturali ha realizzato a partire dal 2004 rilevazioni annuali sui servizi di conservazione archivistica attivi presso i comuni e le province. Per maggiori dettagli sulla provenienza dei diversi dati pubblicati nel portale vedi la pagina IL PROGETTO - le basi dati.

Le basi dati

Fiera del libro per ragazzi, Bologna, 1997: Jörg Müller, Der standhafte Zinnsoldat, Aarau - Frankfurt am Main - Salzburg, Sauerländer Verlag, 1996, tratta dalla rivista "IBC", XV, 2007, 3, versione on line Con le voci del menu RICERCA (in alto) si possono consultare informazioni a livello regionale sugli archivi ("Quale documentazione si conserva?"), sui loro soggetti produttori ("Quali enti, famiglie e persone hanno prodotto nel corso della loro storia la documentazione?") e sui loro soggetti conservatori ("Dove si conserva la documentazione e come accedervi?").
Selezionando Inventari online è possibile accedere direttamente alla consultazione delle descrizioni archivistiche disponibili, effettuare ricerche su uno o più archivi, navigare nelle strutture dei fondi archivistici.
espandi chiudi

Archivi dà accesso alla lista dei complessi archivistici censiti. L'esito della ricerca sarà una descrizione sintetica del complesso archivistico, a partire dal quale si potrà consultare, se disponibile, l'inventario on line e navigare fino alla descrizione del soggetto conservatore del complesso archivistico.

Soggetti produttori fornisce una lista degli enti pubblici o privati, delle famiglie o persone che hanno prodotto nel corso del tempo gli archivi attualmente consultabili nella sezione Inventari on line.

Soggetti conservatori dà accesso alla lista degli istituti culturali censiti come conservatori di complessi archivistici. L'esito della ricerca sarà una descrizione del soggetto conservatore con informazioni di contatto e dati analitici relativi tra l'altro a sedi, orari, servizi, attività, modalità di accesso, attrezzature e strumenti di ricerca disponibili per l'utenza.

Inventari online permette di consultare le basi dati disponibili, effettuare ricerche multiarchivio e navigare nelle strutture gerarchiche dei complessi archivistici descritti.

Ricerca libera