IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Fiumalbo
Via Capitano Alberto Coppi 2
41022 Fiumalbo (MODENA)

tel: 053673922
(Centralino)
fax: 053673074

scrivi
sito web

responsabile: Graziano Santi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Fiumalbo > Struttura dell'inventario

Archivio dell'Ente comunale di assistenza di Fiumalbo 1937 - 1978
  visualizza XML
con antecedenti dal 1929
vai al soggetto produttore: Ente comunale di assistenza di Fiumalbo

fondo
registri 72, fascicoli 46, bollettari 5, buste 4

Il fondo è costituito dagli atti prodotti e ricevuti dall'Ente comunale di assistenza di Fiumalbo nello svolgimento della propria attività d'amministrazione. La documentazione interessa cronologicamente il periodo che va dal 1937 al 1978, coprendo quindi l'intero arco di esistenza dell'Ente. Le serie individuate a seguito del presente lavoro di inventariazione, talvolta ridotte ad un solo pezzo, sono le seguenti: "Statuti", "Strumenti", "Deliberazioni del Comitato d'amministrazione", "Registri di protocollo", "Carteggio amministrativo", "Assistenza mutilati ed invalidi civili", "Bilanci di previsione", "Conti consuntivi", "Verbali di chiusura dell'esercizio finanziario", "Libri mastri", "Giornali di cassa", "Mandati di pagamento e reversali d'incasso", "Pagamenti e riscossioni". La parte più consistente del fondo è costituita dalle carte contabili, mentre molto lacunose si presentano tutte le altre serie.
espandi chiudi



storia archivistica
Le carte che oggi si conservano nell'archivio dell'Ente comunale di assistenza di Fiumalbo rappresentano senza dubbio soltanto una parte, molto ridotta, della mole documentaria complessiva prodotta dall'amministrazione dell'ente nel corso della sua quarantennale storia, ma dall'osservazione degli atti non è emersa notizia in merito alle vicende accadute alla documentazione perduta. L'archivio si trova oggi aggregato a quello del Comune ed è facile ipotizzare che le carte pervenute siano sempre rimaste nel palazzo comunale, che era al tempo stesso anche la sede di riunione del Comitato d'amministrazione dell'ECA. Nella stanza adibita ad archivio storico si trovano soltanto alcuni registri (un protocollo e parte dei bilanci preventivi, conti consuntivi, libri mastri e registri dei pagamenti e delle riscossioni), mentre la restante documentazione è stata rinvenuta e tuttora si trova nel sottotetto adibito a sede dell'archivio di deposito. Un importante ritrovamento ai fini della ricostruzione della storia del fondo è certamente costituito dall'"Inventario del materiale di archivio conservato a cura dell'Ente di assistenza", rinvenuto nel locale del deposito all'interno del fascicolo "Corrispondenza - varie" (1970-1975), condizionato a sua volta in una busta denominata "Protocollo e varie ex ECA". Nell'introduzione all'inventario, redatto da Raoul Rossi, funzionario dell'Archivio di Stato di Pisa, si legge che l'archivio venne riordinato nel mese di luglio dell'anno 1971 "[...] in occasione del riordinamento generale degli archivi comunali di Fiumalbo, presso i quali l'archivio dell'ECA si trova custodito". A quell'epoca l'ente era quindi ancora attivo e trova piena giustificazione la scelta operata dal riordinatore di dare alle carte dell'ECA "una numerazione per «serie aperte» per comodità di futura archiviazione", mentre alle carte delle opere pie e a quelle della Congregazione di carità, anch'esse incluse tra quelle di pertinenza dell'ECA, venne attribuita una numerazione unica progressiva. Si trascrive di seguito l'inventario nella parte dedicata alla descrizione degli atti di diretta produzione dell'ECA:

"1 - Nuovo statuto organico dell'Ente, 1941
1/A - Deliberazioni del Comitato di presidenza, 1952
2/A - idem, 1953
3/A - idem, 1954-56
4/A - idem, 1957-1964
1/B - 2/B - Bilanci preventivi, 1945-1946
3/B - idem, 1948-1950
4/B - idem, 1956
5/B-7/B - idem, 1958-1963
1/C - Registro di contabilità, 1941
2/C - idem, 1945-1946
3/C - idem, 1949
4/C - idem, 1951
5/C-12/C - idem, 1953-1960
13/C - idem, 1961-1962
14/C-16/C - idem, 1963-1965
1/D - Conto consuntivo, 1937-1938
2/D-4/D - idem, 1951-1953
5/D-13/D - idem, 1957-1964
1/E - Busta di allegati al conto consuntivo, 1943-1952
2/E - idem, 1953-1957
3/E - idem, 1958-1960
4/E - idem, 1961-1963".

Raoul Rossi attribuì quindi ad ogni serie - con la sola eccezione degli statuti - una lettera alfabetica identificativa e una numerazione progressiva interna: una segnatura alfanumerica tuttora visibile sui pezzi conservati in archivio. Non è possibile non notare la totale assenza della serie del carteggio amministrativo che forse a quell'epoca era già andato in gran parte perduto o che forse venne sottratto alla descrizione inventariale semplicemente perchè conservato in ufficio insieme alla documentazione corrente.


codice interno: 525 - 001

informazioni redazionali
Inventario sommario a cura di
Angelica Barberini e Margherita Beggi (Open Group), 2016

realizzato per
Comune di Fiumalbo

Intervento redazionale a cura di
Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Servizio biblioteche archivi musei e beni culturali, 2017