IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Finale Emilia
Piazza G. Verdi 1
41034 Finale Emilia (MODENA)

tel: 0535788111
(Centralino)
053591007
(Biblioteca comunale)
fax: 0535788130

scrivi (Responsabile settore Pubblica Istruzione, Cultura e Servizi sociali)
sito web
sito web

responsabile: Antonietta Furini scrivi

Affidamento funzioni di fruizione a Biblioteca comunale
Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Finale Emilia > Struttura dell'inventario

Archivio della Commissione cantonale di leva di Finale Emilia 1803 - 1811
  visualizza XML
fondo
fascicoli 17

Documentazione riguardante l'organizzazione della coscrizione per il servizio di leva nel territorio di Finale Emilia costituente il cantone II del distretto di Mirandola (Dipartimento del Panaro).
espandi chiudi



criteri di ordinamento
Le "casse" contenenti gli atti riguardanti l'attività della commissione sono identificate dalla lettera H. Questo nucleo documentario era stato archiviato in continuità col carteggio organizzato con il sistema delle lettere alfabetiche A-X, utilizzato per la documentazione prodotta dopo il 1796.
A prosecuzione del "metodo frassoniano" anche i documenti di questo periodo erano stati ordinati secondo una successione di lettere alfabetiche. Tali lettere però non corrispondevano più a specifiche materie e non avevano alcuna attinenza con il contenuto degli atti, assolvendo unicamente la funzione di distinguere un contenitore dall'altro.
La commissione cantonale di Leva era stata inserita, appunto con la lettera H, dopo il carteggio degli 1803-1804, organizzato nei titoli I-XVIII, verosimilmente all'epoca della sua costituzione nel 1803. La serie del carteggio prosegue poi, riprendendo di nuovo con la lettera H, con l'archiviazione degli atti dal 1805-1806 alla "cassa" 177.
I fascicoli sono stati posti in ordine cronologico con i documenti riguardanti il regolamento per la sua istituzione, gli elenchi e le petizioni con le richieste di esenzione dei coscritti, gli atti, corredati dai relativi indici, e la contabilità prodotta per il suo funzionamento.

storia archivistica
La documentazione che compone il ridotto archivio della Commissione cantonale di leva di Finale Emilia fu acquisita dalla municipalità di Finale al termine della breve vita di questo ufficio, e ha quindi condiviso le successive vicende dall'archivio comunale finalese.
In particolare gli interventi di ordinamento dell'archivio storico e di deposito finalesi affidati a Nello Rondelli, preconizzati con la Relazione effettuata dall'aiutante Rondelli Nello dell'archivio di stato di Ferrara, in data 29 marzo 1960, presso l'archivio storico comunale di Finale Emilia (Modena) per il relativo riordinamento del 20 maggio 1960 e succedutisi a più riprese fra il 1962 e il 1979, videro questa documentazione descritta nelle "casse" numm. 166-169 dell'inventario Rondelli (Vedi: Nello Rondelli, Inventario analitico dell'archivio storico dei ‘Recapiti generali' detto anche ‘Archivio dell'illustrissimo pubblico del Finale' (secoli XV-XIX), Comune di Finale Emilia, 1962).
La stessa condivisione ha riguardato la complessiva ricognizione degli archivi finalesi effettuata tra il 1998 e il 2001, affidata alla cooperativa CSR (Centro Studi e Ricerche di Modena), il trasloco forzoso a Modena dopo i distruttivi eventi sismici del maggio 2012 e il ritorno nel febbraio 2014 nella sede della nuova biblioteca comunale "Giuseppe Pederiali" e dell'archivio comunale intitolato a Cesare Frassoni.


codice interno: 886 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di
Federica Collorafi (Open Group), 2017

realizzato per
Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna
[L.R. 18/2000. Piani bibliotecari 2008 e 2011. Intervento diretto]

Intervento redazionale a cura di
Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Servizio biblioteche archivi musei e beni culturali, 2018