IBC

IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

IBC - Gli archivi in Emilia-Romagna


Conservatore

Comune di Bentivoglio
Piazza della Pace 1

40010 Bentivoglio (BOLOGNA)

tel: 0516643511
0516643502
fax: 0516640908

scrivi
sito web

responsabile: Fabrizio Simoncini scrivi

Tutte le informazioni sul Conservatore

Accedi a CAStER

 
Ti trovi in: IBC Archivi > Inventari on line > Bentivoglio > Struttura dell'inventario

Archivio del Giudice conciliatore di Bentivoglio 1866 - 1989
  visualizza XML
fondo
fascicoli 35, registri 17

L'archivio è formato dai registri e dagli atti di pertinenza dell'Ufficio di conciliazione di Bentivoglio dal 1866 al 1989. Le carte, che documentano le funzioni e le attività svolte, sono costituite da: registri dei processi verbali di udienza, sentenze, repertori degli atti, carteggio amministrativo, corrispondenza, pratiche e statistiche
espandi chiudi



criteri di ordinamento
Nella descrizione delle unità archivistiche si è proceduto scegliendo di mantenere l'ordinamento collegato alle attuali unità di conservazione presenti

informazioni sul contesto di produzione
La figura del Conciliatore veniva introdotta nell'ordinamento giudiziario italiano col Regio Decreto n. 2626 del 6 dicembre 1865.
Il Giudice Conciliatore, sfornito di giurisdizione penale, competente per le controversie civili, aveva una duplice funzione: conciliativa, per una definizione in via amichevole e contenziosa, nel caso non fosse possibile un accordo tra le parti; nell'esame della giurisdizione contenziosa decideva secondo diritto ed equità, per quanto riguardava la funzione conciliativa, il Giudice non aveva limiti di competenza.
La legge 16 giugno 1892 n. 261 e il relativo regolamento attuativo, contenuto nel regio decreto 26 dicembre 1892 n. 728, istituivano in ogni comune un Ufficio di Conciliazione, affidandone l'amministrazione a un giudice elettivo competente in materia di cause fino a 100 lire di valore e di locazioni di immobili.
Il regio decreto 30 gennaio 1941 n. 12, ridefiniva le competenze e l'organizzazione degli Uffici di conciliazione e prescrisse la tenuta presso ogni cancelleria di una serie di atti: il "ruolo di udienza", il "ruolo generale" degli affari civili con relativa rubrica alfabetica, il "registro cronologico" degli atti originali compilati dal cancelliere, il "registro di repertorio" degli atti soggetti a registrazione, due registri delle spese di giustizia, il registro di carico e scarico dei depositi per spese di cancelleria.
Ai sensi della legge 21 novembre 1991 n. 374, entrata in vigore il 1 gennaio 1996, gli Uffici di conciliazione venivano soppressi e le loro funzioni attribuite al giudice di pace.

storia archivistica
L'Archivio segue le vicende conservative dell'Archivio storico del Comune di Bentivoglio come suo aggregato.


codice interno: 928 - 001

informazioni redazionali
Inventario a cura di 
Anna Casotto, Davide Chieregatti, Luca Zen (Le pagine), 2019

realizzato per 
Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna
[L.R. 18/2000. Piano bibliotecario 2010. Intervento diretto]

Intervento redazionale a cura di
Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2019